Udine, chiusi Barcollo e Provinciali

barcollo.jpgGià da qualche giorno il Barcollo, locale di Via Mercatovecchio, e l’osteria Ai provinciali in Via della Prefettura hanno subito dei provvedimenti che in un caso ne limitano l’orario di apertura, nell’altro addirittura è stata imposta la chiusura per qualche tempoE’ una strana usanza quella che si sta diffondendo a Udine; ripetuti sequestri di locali pubblici per schiamazzi notturni: al Barcollo è stata imposta la chiusura per diversi giorni a causa di una presunta violazione dell’orario o del volume; peraltro il Barcollo era già stato vittima di un provvedimento analogo l’anno scorso. Anche l’Osteria ai Provinciali, storica trattoria che sta subendo una metamorfosi in locale aperitivo ha subito un duro colpo: d’ora in poi dovrà chiudere alle 21.

Inoltre anche il Mon Amour (ora chiuso dopo anche un cambio di gestione) aveva subito sorte analoga con i coinquilini che chiamavano ripetutamente i carabinieri.

Ora è chiaro che è impensabile che questa sia la linea da tenere per i locali pubblici a Udine. Perchè è evidente che stando così le cose certi tipi di locali son destinati a sparire. e nesuno ne rileverà le licenze. e quindi tutto un notevole flusso di denaro si sposterà nuovamente fuori dal centro storico verso altri locali svuotando ulteriormente il cuore di una città che a detta di tutti è stata svilita e mortificata dalla concorrenza dei centri commerciali. Poi non si capisce come i Provinciali vengano chiusi e altri locali lì a pochi metri, storicamente ultima chiusura della città lavori indisturbato.

I cittadini residenti hanno i loro diritti però forse un colpo al cerchio e uno alla botte non guasterebbe alla ricerca di una soluzione condivisa. Se l’obiettivo è quello di far abbassare (o chiudere) la musica all’una è evidente che i giovani si sposteranno in altri locali. Svuotando ulteriormente il centro di Udine che diventerebbe pubblico di notte solo in occasione di Friuli DOC

questo quanto dichiarato a Udine20 il sindaco Honsell in campagna elettorale:

HONSELL: “Che i giovani abbiano bisogno di maggiori spazi non ci piove. Si tratta di trovare gli spazi adeguati, che altrimenti si corre il rischio di dare vita a una iniziativa che si scontra con l’aspirazione, altrettanto legittima, alla tranquillità di chi in centro vive. Con un po’ di buona volontà, penso che si possa trovare una soluzione.

Poi riguardo all’animazione in piazza primo Maggio miseramante chiusa anni fa sempre per orari notturni

HONSELL: “Piazza Primo Maggio così com’è non và. Potrebbe essere una buona idea; io sono aperto alle buone idee e se ci sono giovani che vorranno propormi iniziative, cose da fare, dico sin d’ora che troveranno la porta aperta”.

e ancora

’ho già detto, porte aperte a chi porta contributi di idee”.

quindi stimoliamo le menti dei ragazzi friulani!

scrivete qui le vostre idee e le porteremo al sindaco per Voi!

facebook
1.703