Udine: concerto di Michele Campanella – 26 febbraio

campanellaQuello del pianista Michele Campanella per il compositore Franz Liszt è l’amore di una vita. E adesso questa passione approda nuovamente a Udine per una conferenza-concerto che il musicista napoletano terrà a Palazzo Antonini, sabato 26 febbraio alle 18. Il secondo appuntamento nel cartellone di eventi organizzato dall’Accademia di studi pianistici “Antonio Ricci”, che gode dell’ospitalità e del sostegno dell’Università degli studi di Udine, vedrà infatti il ritorno in città di quello che è riconosciuto internazionalmente come uno dei maggiori interpreti lisztiani, Michele Campanella, appunto, che suonerà le opere del genio ungherese, uno dei compositori pi?amati della storia della musica e la cui influenza e idea compositiva ?riuscita ad andare ben oltre le sue doti di virtuoso al pianoforte. Quest’anno, in cui si celebra in tutto il mondo il bicentenario della nascita di Franz Liszt, Campanella dedica interamente la sua attivit?di pianista e direttore d’orchestra al compositore ungherese da lui studiato e amato fin dall’et?di quattordici anni: “E’ stato un ponte tra la musica dell’Ottocento e quella del Novecento – ha detto il pianista napoletano nella lectio magistralis tenuta proprio in occasione dei 200 anni dalla nascita di Liszt -; ?stato un idolo delle folle, una star ante litteram, ma ha anche avuto pesanti insuccessi quando nelle sue composizioni ha abbandonato l’idea del semplice gioco di suoni per inserire idee spirituali o rivoluzionarie. Ha riempito la sua musica di senso, di un programma extramusicale: un passo avanti impressionante per l’epoca, quando alla musica non veniva chiesto di raccontare”.
Per tutte le informazioni si pu?inviare una mail a [email protected], tel. 338 6648129 oppure rivolgersi all’Angolo della Musica, in via Aquileia 89 a Udine, tel. 899842480.

Michele Campanella ha suonato, in oltre 40 anni di attività, per le più importanti istituzioni musicali del mondo. Ha suonato con le più prestigiose orchestre europee e statunitensi ed ha collaborato, tra gli altri, con Claudio Abbado, Zubin Mehta, Riccardo Muti, Georges Prêtre, Wolfgang Sawallisch e per la musica da camera con Salvatore Accardo e Rocco Filippini.. La Società Franz Liszt di Budapest gli ha conferito per ben tre volte il Gran prix du disque. E’ stato titolare della cattedra di pianoforte all’Accademia Chigiana di Siena dal 1986 al 2010. Per questo 2011, anno del bicentenario della nascita di Liszt, ha in programma concerti solistici con l’integrale delle opere e l’esecuzione in una sola serata, come solista e direttore, di tutta la musica per pianoforte e orchestra di Liszt con l’Orchestra Luigi Cherubini. Sarà inoltre ospite a Chicago, con il Primo Concerto per pianoforte  e orchestra, della Chicago Symphony Orchestra con la direzione di Riccardo Muti..

facebook
459