Udine: condannato per abuso edilizio si mette ai domiciliari

7 Gennaio 2012  – Un pizzaiolo napoletano, residente a Udine, 44 anni, condannato dal tribunale di Torre Annunziata per abuso edilizio, si è messo “spontaneamente” agli arresti domiciliari non appena ricevuta via posta l’ordinanza emessa dal Tribunale di sorveglianza di Napoli che disponeva nei suoi confronti nove mesi di detenzione domiciliare, in sostituzione della pena detentiva. L’uomo ha cominciato da subito a rispettare le prescrizioni prima ancora che le forze dell’ordine di Udine, non ancora informate dalla magistratura campana, eseguissero la misura. La vicenda è venuta a galla solo dopo una ventina di giorni, quando l’uomo ha chiesto all’Ufficio di Sorveglianza di Udine l’autorizzazione a uscire di casa in un orario diverso da quelli consentiti. E’ così che, ripercorrendo a ritroso il percorso delle comunicazioni, gli uffici giudiziari friulani sono venuti a conoscenza dell’esecuzione, che poi ritualmente la Questura di Udine gli ha notificato. Ufficialmente dunque l’uomo è ai domiciliari solo da qualche giorno. Ora bisognerà capire se il periodo in cui spontaneamente ha già adempiuto agli obblighi gli verrà scalato o meno dai nove mesi che deve scontare. (ANSA).

facebook
363