Udine Design Week: dal 9 all’11 luglio la mostra Open alla Galleria La Loggia

Udine Design Week, il progetto organizzato dal Museo del Design del Friuli Venezia-Giulia e dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Udine, non si ferma.

Dopo le premiazioni ufficiali del Window Shopping Contest, evento che lo scorso 24 giugno ha richiamato l’attenzione della città, coinvolgendo, oltre ai commercianti, imprenditori e architetti che vi hanno partecipato, anche sponsor, appassionati e autorità, la Settimana del Design udinese, forte del suo spirito d’iniziativa, propone ai cittadini del capoluogo friulano una nuova iniziativa con cui affrontare al meglio la ripartenza delle attività e della vita sociale. Dopo quattro mesi di forzata chiusura, la storica Galleria La Loggia riapre i battenti con OPEN, la mostra di oggetti selezionati dalla curatrice Maristella Cescutti insieme al comitato di UDW 2020 a seguito della call aperta a tutti coloro che hanno voluto presentare oggetti di design ispirati al tema di Udine Design Week 2020: Naturalmente artificiale/Artificialmente naturale.

Dal 9 all’11 luglio, dalle 17.00 alle 20.00, la mostra sarà aperta al pubblico e visitabile di persona, rispettando le regole di distanziamento imposte dall’emergenza sanitaria: ingresso uno alla volta, attesa fuori, mascherina.

In esposizioneaccessori d’abbigliamento complementi d’arredo e progetti di design. Pezzi unici, che, grazie ai materiali utilizzati e ai relativi processi di creazione, danno origine a prodotti funzionali e inediti, dove le combinazioni dei diversi materiali, oltre a rimandare al tema cardine della UDW 2020, mostrano come natura e artificio, organico e tecnologico, possono convivere in chiave sostenibile e funzionale.

Dalle ironiche borsette di Marisa Bidese all’ appendiabiti  luminoso di Antonio La Montagna, dove la pietra di fiume si combina al plexiglas, passando per  Flowerstable, un tavolo fiorito realizzato da marco Uliana; dalle riflessioni sulla fragilità della natura, come in Hexagoney, all’utilizzo dell“acciaio vegetale”, il bambù, nelle proposte di Paolo Giust, CattivoFrank e Dario Delpin; dalla creatività del riciclo, come i delicati Flag Books di carta, i borsoni di Noi … dell’Arte realizzati a partire dagli striscioni stradali, le scarpe RE-BORN, fino a all’impegnativo progetto diIryna Kucher che propone un sistema basato sui principi dell’economia circolare nell’ambito della moda e del tessile. E infine lo speciale omaggio delle organizzatrici di Udine Design Week, che propongono un tavolino dove il QR code della manifestazione è stato realizzato in taglio laser e contaminato dal muschio.

557