Bearzi

Udine: ecco il bicibus da Villach a Grado e il bus Unesco

bus con carrello1Da Villach a Grado in treno, bus e bici. E’ il nuovo modo di viaggiare per l’estate 2015, grazie al progetto sperimentale intermodale promosso dalla Provincia di Udine in sinergia con Saf Autoservizi e Fuc (Ferrovie Udine Cividale), in partenza sabato 4 luglio. La nuova iniziativa, inserita nell’ambito del progetto “Terra dei Patriarchi”, consentirà ai cicloturisti di effettuare il tragitto Grado-Villach andata e ritorno utilizzando i vari tratti della ciclabile Alpe Adria, il treno Micotra e una corriera di linea SAF con carrello dedicato al trasporto bici per la tratta Udine-Palmanova-Aquileia-Grado.

“Una sinergia che già funziona nella parte nord della provincia di Udine – ha detto il presidente dell’ente intermedio Fontanini alla presentazione del progetto a Palazzo Belgrado -, e che ora testeremo nella bassa per dare una migliore offerta a cittadini e turisti”. “Ringraziamo la Saf, sempre collaborativa e attenta alle esigenze espresse dal territorio – ha aggiunto il vicepresidente con delega ai trasporti Franco Mattiussi -. Il segmento del cicloturismo va potenziato, abbiamo 14 itinerari su tutto il territorio provinciale, ma su 170mila ciclisti riusciamo a captarne solo 10 mila. Mettendo a sistema nord e sud, condividendo il progetto della Saf “Bicibus”, e facendo coincidere le corse con la linea ferroviaria Udine-Villach “Micotra” svilupperemo l’intermodalità bici-bus-treno”.

“Non sempre è possibile far salire le bici sui mezzi di linea – ha precisato il presidente della Saf Silvano Barbiero -; con questa iniziativa sperimentale, auspicata da vari enti, amministrazioni comunali e associazioni di ciclisti e albergatori, quest’estate ai nostri bus aggiungeremo un carrello a traino con capienza per una ventina di bici”. Due le coppie di corse giornaliere da Udine e da Grado fino al 30 agosto. Il costo del trasporto delle due ruote è di soli 1,25 euro, la prenotazione è gradita via mail a [email protected]

A commentare i dettagli del progetto l’amministratore unico di Fuc Maurizio Ionico, il direttore di Turismo Fvg Michele Bregant, i sindaci di Aquileia, Palmanova e Cividale, l’assessore Pizza del Comune di Udine e Visentini di Legambiente Udine. L’incontro è stato anche l’occasione per presentare la seconda annualità dell’Autobus delle Città Unesco, servizio di trasporto pubblico locale attivato nell’estate 2014 finalizzato a collegare le tre mete patrimonio dell’Umanità attraverso la linea da Palmanova a Cividale, con una coincidenza Grado-Aquileia-Palmanova già molto frequente (una ogni ora).

facebook
1.086