Bearzi

Udine: ERT 2017, un bilancio positivo, prossima stagione con grandi nomi

 

La febbre del sabato seraAl termine della stagione, come da consolidata tradizione, gli abbonati di tutti i teatri del circuito hanno redatto un questionario di gradimento degli spettacoli, fornendo anche preziosi suggerimenti per le rassegne future. Dopo essere giunti secondi nel 2015/2016 a un’incollatura da Magazzino 18 di Simone Cristicchi (vincitore nelle ultime due stagioni), gli Oblivion con il loro Human Jukebox si sono portati a casa la palma di spettacolo più votato dal pubblico ERT. Al secondo posto, ex-aequo, l’esilarante Motel Forest con l’omonimo Mago, la commedia Matti da slegare con l’affiatato duo Giobbe Covatta ed Enzo Iacchetti e il nuovo spettacolo di Giuliana Musso, Mio eroe. Ottimi, tra gli altri, i giudizi incassati da Marco Paolini, ritornato alla forma dell’Album con Numero Primo, la commedia corale francese Le Prénom (già lungometraggio di successo sia oltralpe sia nel remake italiano) e Figli di un Dio minore, toccante testo prodotto dagli Artisti Associati di Gorizia. Per quanto concerne le serate di danza e musica presentate in abbonamento, tra le prime segnaliamo il brillante risultato di Night Garden, mentre il concerto della Mitteleuropa Orchestra dedicato alla musica dei Beatles è stato accolto con grande entusiasmo facendo registrare il tutto esaurito a Maniago.

Non mancano nel corso della conferenza stampa le attese anticipazioni sulle stagioni 2017/2018.
Ad aprire le stagioni a fine ottobre ci sarà la storia di Tony Manero accompagnata dalla musica dei Bee Gees. La febbre del sabato sera arriverà nel circuito nell’allestimento del Teatro Nuovo di Milano per la regia di Claudio Insegno. Tra le novità del 2017/2018 ci sarà anche Paolo Rossi con il suo nuovo testo, L’improvvisatore, un’autobiografia teatrale che si trasforma in manuale sulla professione del comico.
In tema di comicità, non la faranno mancare Roberto Ciufoli, Gaspare e Max Pisu, protagonisti di Sabbie mobili, spettacolo che si avvale della regia di Alessandro Benvenuti ed è prodotto da Artisti Associati. La compagnia diretta da Walter Mramor presenterà in stagione altri due testi: Mariti e mogli, la versione teatrale di uno dei più riusciti lungometraggi di Woody Allen, i cui adattamento, regia e interpretazione sono di una delle grandi signore del nostro teatro, Monica Guerritore, affiancata da Francesca Reggiani, Pietro Bontempo e Antonio Zavatteri; e Victor & Victoria, anche in questo caso un libero adattamento dall’omonimo film di Blake Edwards, interpretato da Veronica Pivetti per la regia di Emanuele Gamba.
Restando in regione, il Teatro Stabile del FVG riporterà sulle scene un piccolo gioiello qual è Caracreatura di Pino Roveredo nell’intensa interpretazione della friulana Maria Grazia Plos, e darà ancora la possibilità a chi non l’avesse visto nella scorsa stagione di assistere al “combattimento” tra Maria Paiato e Franco Castellano, protagonisti di Play Strindberg di Friedrich Dürrenmatt; la novità della stagione sarà invece rappresentata da Das Kaffeehaus, testo che Rainer Werner Fassbinder ha sviluppato partendo dalla Bottega del caffè di Goldoni per ridisegnarla a tinte fosche. La Contrada di Trieste ha optato per un testo di Sergio Pierattini, diretto da Nicola Pistoia. Si tratta de La cena perfetta, commedia che ha per interpreti Daniela Morozzi, Blas Roca Rey, Ariele Vincenti e Monica Rogledi impegnati ad accogliere nel loro ristorante l’ispettore della Guida Michelin Nini Salerno, l’unico che potrebbe farli rinascere attribuendo al locale l’agognata stella… Anna Galiena e Corrado Tedeschi sono gli interpreti dell’altra produzione della Contrada che vedremo in circuito: Notte di follia, testo francese diretto da Antonio Zavatteri. Per chiudere il quadro dell’offerta delle principali case di produzione regionali, il CSS Udine sarà di nuovo presente con Il canto e la fionda, omaggio di Massimo Somaglino e Fabiano Fantini a David Maria Turoldo, e con il nuovo spettacolo del Teatro Incerto (Fabiano Fantini, Claudio Moretti, Elvio Scruzzi) del quale ancora nulla trapela ma che dovrebbe essere ispirato da un testo di grande successo, già visto nel circuito ERT qualche stagione fa.

Come da tradizione, ritorneranno l’anno prossimo anche alcuni spettacoli che hanno ricevuto grande consenso da parte del competente pubblico regionale. Tra questi ricordiamo i già citati Mio eroe di Giuliana Musso e Le Prénom, il corale Calendar Girls con Angela Finocchiaro, Il secondo figlio di Dio di Simone Cristicchi e le Sorelle Materassi con Milena Vukotic, Lucia Poli e Marilù Prati.

L’attività dell’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia da due stagioni non si limita alla sola prosa ma, grazie all’importante riconoscimento ministeriale di Circuito multidisciplinare, si è allargata a danza e musica.
Per la danza il rapporto è consolidato da anni con Artisti Associati di Gorizia, con la direzione artistica di Walter Mramor, che affianca l’ERT nella definizione di un calendario coreutico che completa ed eleva ulteriormente l’offerta all’interno dei
cartelloni in abbonamento e non solo. Nel 2017/2018 rivedremo di sicuro nei teatri regionali uno degli spettacoli più graditi dal pubblico, Odyssey Ballet, uno spettacolo di danza contemporanea, nello stile e nei temi trattati, scritto e coreografato da Mvula Sungani.
La programmazione musicale dell’ERT nella stagione 2016/2017 è stata realizzata affiancando le numerose associazioni presenti nel territorio. Tra le altre, l’ERT ha collaborato con l’Associazione Amici della Musica di Udine, il Festival Wunderkammer di Trieste, la Nuova Orchestra da Camera Ferruccio Busoni per due concerti a Trieste e Udine, l’Accademia Musicale Naonis ad Azzano Decimo, il Festival Ullmann a Gorizia, la rassegna Nei suoni dei luoghi, l’Associazione Chromas, l’Associazione Euritmia, l’Associazione Vicino/Lontano per il concerto di apertura dell’edizione 2017 e con Fazioli Pianoforti per la rassegna Winners ospitata nella Fazioli Concert Hall (Winners è ancora in corso e vivrà nei prossimi giorni gli ultimi due appuntamenti: domani, mercoledì 7 giugno, con il duo Lavrynenko-Guliei e la prossima settimana, mercoledì 14 giugno, con Alexander Panfilov). Oltre a questi due appuntamenti, nell’immediato futuro l’ERT sarà di nuovo al fianco della Fondazione Luigi Bon sia per Carniarmonie con due concerti (la presentazione della rassegna avverrà nelle prossime settimane) sia per Armonie in corte, gli eventi musicali estivi ospitati a Palazzo Morpurgo in collaborazione con il Comune di Udine.
Nella stagione 2017/2018 poi continuerà anche la collaborazione con la Mitteleuropa Orchestra sia per la tournée regionale nei teatri del circuito sia per la terza stagione di Contrasti, la rassegna sinfonica che il Teatro “Gustavo Modena” di Palmanova ospiterà in autunno.

I cartelloni ERT 2017/2018 verranno presentati all’inizio di settembre, altre anticipazioni si avranno durante l’estate nei teatri del circuito.

facebook
1.054