Udine: Etrarte apre il Palazzo UPIM agli artisti prima della demolizione

palazzo upim

Il Comitato “Udine Prova ad Immaginarsi Migliore” si propone di realizzare l’iniziativa denominata “Palazzo UPIM conTEMPORANEO”, manifestazione culturale all’interno degli spazi inutilizzati del “Palazzo UPIM” – ex cinema Eden di Provino Valle – situato a Udine tra Piazza Belloni, Via Cavour e Via Savorgnana.
Il sito, attualmente di proprietà del gruppo Rizzani De Eccher, verrà ristrutturato nel 2013. In vista di tale cambiamento del panorama della città, il Comitato ha ottenuto dalla proprietà dell’immobile il permesso di accedere e sfruttare i locali del palazzo al fine di renderlo un luogo in cui gli artisti della regione, i cittadini e i turisti possono riunirsi per una visione condivisa e partecipata degli spazi comuni, sperimentando nuovi linguaggi.

L’iniziativa, ci teniamo a sottolinearlo, nasce dal basso e ha carattere culturale, artistico, ricreativo e sociale, nell’intenzione di valorizzare il territorio e le risorse umane in esso presenti promuovendo occasioni di partecipazione, sviluppo, aggregazione, coesione sociale e di solidarietà.
Per questo il progetto “Palazzo UPIM conTEMPORANEO” vuole dare spazio alle realtà che si stanno distinguendo per creatività e intraprendenza e che allo stesso tempo coltivano una progettualità concreta all’interno della realtà economica locale, cercando di trasformare le intuizioni in solide fondamenta per costruire il futuro delle nostre comunità.”
Utilizzeremo un parziale del secondo piano del Palazzo Upim, palazzo che verrà smantellato nell’estate 2013.?Le sale dedicate per le associazioni sono 20. Inoltre vi è uno spazio “di passaggio” molto ampio per cui è previsto un intervento site specific. Gli spazi sono in disuso da oltre otto anni.?Un’area dello spazio espositivo verrà dedicata alla sezione “off” dove verranno esposte le opere di giovani artisti selezionate tramite open call.?Il Comitato UPIM si occuperà della segreteria organizzativa e della comunicazione.?L’apertura al pubblico è prevista nei week end, ma non escludiamo aperture serali infrasettimanali. Negli spazi espositivi è possibile organizzare piccoli eventi culturali che chiameremo “performance”.

La direzione artistica è affidata ad Etrarte.
•L’iniziativa si svolgerà a Udine ad Aprile 2013.?Nei 4 week-end che compongono il mese il palazzo sarà aperto gratuitamente al pubblico.
• Il reperimento dei fondi è, come sempre, uno dei problemi più annosi da risolvere. Abbiamo trovato molta disponibilità da parte delle imprese quando si è trattato di chiedere delle prestazioni o dei beni, ma non basta: servono comunque dei fondi per pagare il catalogo, l’impianto elettrico e tutto ciò di cui necessitiamo e che non siamo riusciti a recuperare.

Ecco allora l’idea di innovare anche le modalità di finanziamento del progetto. Visto che per noi è imprescindibile l’ingresso gratuito all’esposizione abbiamo pensato di chiedere poco a tanti ricorrendo al crowdfunding e alle donazioni.

facebook
3.196