Udine: Fabrik Festival, l’ora dei Casino Royale – GRATIS

CasinoRoyale_2252_proof_phIl FABRIK FESTIVAL entra nel vivo sabato 18 giugno, ospitando la prima tappa del nuovo tour dei CASINO’ ROYALE (concerto a ingresso gratuito). La band milanese torna prepotentemente alla ribalta sulle scene nazionali e internazionali con il nuovo attesissimo disco, Io e la mia Ombra, in uscita per Universal il 21 giugno, anticipato dall’omonimo singolo già in rotazione su tutti i network radiofonici.

Il FABRIK FESTIVAL, ideato da EOBooking Live Agency e organizzato a Udine dall’Associazione Culturale Music e Centro Sportivo Italiano Comitato di Udine in collaborazione con l’Assessorato al Turismo della Regione Friuli Venezia Giulia, il Comune di Udine e la Provincia di Udine, si prepara dunque ad accogliere una delle band che hanno influenzato maggiormente la scena musicale italiana ska degli ultimi vent’anni, in un lungo percorso artistico sempre in evoluzione.

Nati a Milano nel 1987, i CASINO’ ROYALE scelgono il loro nome ispirandosi alla saga di Ian Flaming. Negli anni novanta il sound del gruppo si arricchisce di richiami molto differenti tra loro: black, rock, reggae, hip hop, dub, funk. Il disco Dainamaita segna il passaggio della band alla lingua italiana ed i testi, più di sempre,  diventano una parte fondamentale della loro opera. Sempre più vicini e soprattutto CRX, album interamente registrato a Londra, portano il gruppo ai massimi livelli dell’intero panorama underground degli anni novanta. Proprio quest’ultimo lavoro, pubblicato nel 1996, fu definito dagli addetti ai lavori come “il miglior disco del 2006”, grazie al suo sound fortemente d’avanguardia.
In questo periodo i CASINO’ ROYALE saranno anche chiamati ad aprire le due date italiane del Pop Mart Tour degli U2. Dopo la scelta solista di Giuliano Palma, il gruppo si chiude in studio e, grazie alla collaborazione con Howie B, nasce Reale (2006), disco che vede un’ulteriore svolta musicale in veste dub, con la successiva rivisitazione Howie B vs Casinò Royale “Not in the Face”, pubblicato nel 2007 per V2 Records. Con Royal Rockers, i Casinò dimostrano la loro attitudine al movimento e alla sperimentazione rileggendo alcuni passaggi cruciali della storia del gruppo in chiave vintage e original reggae nello spirito fumoso della session.
Il 2011 è finalmente l’anno dell’acclamato ritorno del gruppo, con Io e la mia ombra, disco già apprezzato dalla critica che uscirà il 21 giugno per Universal, riportando i Casinò Royale alla loro base di partenza, quella Milano fatta di figure solitarie, che vivono notti pervasi da dubbi. Non un prequel, non un sequel, semplicemente un’altra tappa nel viaggio musicale della band.

I concerti di sabato 18 giugno, che vedranno come headliner il gruppo capitanato da Alioscia, prenderanno il via alle ore 19; a susseguirsi sul palco saranno alcune delle più fresche realtà emergenti, oltre a band che vantano già numerose conferme e grande seguito. Tra questi i friulani Arbe Garbe, freschi anche loro di pubblicazione del nuovo disco iArbeit Garbeit!. Settimo lavoro della band, si presenta come un album frenetico e divertente, scritto in più lingue tra Italia e Argentina, paesi tanto lontani ma potenzialmente simili, entrambi fonte d’ispirazione per le canzoni del gruppo ottimisticamente a cavallo tra disincanto, ironia e follia. DODI E I MONODI, ULISSE E I CICLOPI, HOOSH E RED LIGHT HOUSE completano poi il programma di una serata musicale che si preannuncia di altissimo spessore.

La grande chiusura del FABRIK FESTIVAL è prevista per domenica, quando sul palco del Parco del Cormor di Udine salirà il grande PINO SCOTTO. Autentica icona del panorama hard rock italiano, l’ex leader dei Vanadium sarà protagonista di un gradito ritorno al Fabrik Festival, dopo lo show elettrizzante che ha registrato oltre 4 mila presenze nella passata edizione.
La sua voce graffiante e le sue critiche al vetriolo hanno fatto di PINO SCOTTO un autentico protagonista della scena rock e punto di riferimento per molte generazioni. Sono infatti molti i giovani che si uniscono al suo grido di denuncia contro il sistema musicale italiano, che troppo spesso enfatizza le logiche commerciali a discapito della qualità e il ritorno economico a svantaggio del valore sociale della musica.
Ad accompagnare il grande rocker nella giornata di domenica saranno le esibizioni dei NOMORESPEECH, TRAVELLER, DOG FOOD, JACKERS e GIANLUCA MOSOLE, che chiuderanno ufficialmente il ricchissimo programma della tre giorni.

1.533