Webcam

Udine: Festa d’Estate al parco di Sant’Osvaldo – 22/25 lug

E’ il tempo della 13^ edizione della “Festa d’Estate al Parco di Sant’Osvaldo” che entrerà nel vivo giovedì 22 luglio per terminare domenica 25. Una tradizione
che apre le porte del Parco a tutta la città, i cui temi si incrociano con i contenuti di cinema, musica, teatro, sport e laboratori previsti nel ricco cartellone della kermesse, che quest’anno è inserita ufficialmente nel programma di UdinEstate 2010. Obiettivo principale è la creazione di spazi e tempi dedicati all’integrazione sociale, materiale, civile e all’abbattimento di quei ‘blocchi’ culturali che considerano ancora il Parco di Sant’Osvaldo come luogo chiuso.

La Festa d’Estate 2010 – battezzata “Gatto Nero, Gatto Bianco” – è un’iniziativa organizzata e promossa da un partenariato composto da una 40ina tra associazioni ed enti di varia natura. A guidare la partnership sono l’associazione di promozione sociale Arum e l’associazione polisportiva E’ Vento Nuovo, associazioni costituite da operatori, operatrici e cittadini – utenti della salute mentale. Sodalizi nati e cresciuti all’interno dell’appalto che il Consorzio Cosm e le Cooperative sociali Duemilauno-Agenzia Sociale e Itaca portano avanti all’interno del Dipartimento di salute mentale di Udine.

Quest’anno la Festa – l’intera manifestazione è dedicata alla memoria di Alberto Molinaro – nasce con il sostegno e il patrocinio della Provincia di Udine, la collaborazione con il Comune di Udine, la VI Circoscrizione (che offre Cineincittà all’interno della cornice del Parco), le cooperative Aracon e Cosm, Officine Giovani, Radio Onde Furlane e molti altri enti tra cui la Regione, Agenzia Giovani, Folkest, Snait, Arteventi, Artetica, Idealmente, Nuovi Cittadini ed Edizioni Kappavu, Centro Balducci, Diamo Peso Al Benessere, Ludobus, Mambar, Lister Sartoria Sociale, Spazio Armonico, Anpis, Uisp, Phillis, La Tela, Apegiramondo, Fuoric’entro, Socialmente Utile Football Club, Compagni Di Viaggio, Asd 2001, Gruppo Scout, G.S. Bellaria, Global Sport Lario.

Gustosi prodromi della nuova edizione, lo scorso 2 luglio, l’inaugurazione della mostra “1+1=3” dell’artista Giordano Floreancig e la proiezione del mediometraggio “Una fuga riuscita” di Stefano Fanzutti, mentre il 9 luglio vi è stata la serata dedicata a Federico Tavan con il video-documentario “Segni particolari nessuno” a cura di Augusta Erniti, regia di Paolo Comuzzi, produzione AltreForme edizione Forum. Serate che, come ricorda il dott.Mario Novello, Direttore del Dipartimento di salute mentale di Udine – “hanno rappresentato questioni alte e serie”.

GNGB è il tempo della gioia del gioco e dell’incontro. Il programma prevede giovedì 22 luglio la prosecuzione della mostra “1+1=3” di Giordano Floreancig presso l’edificio 21 del parco. I volti dei suoi soggetti infinitamente indecifrabili, deformati, ansiosi, ossessivi, impauriti e a volte inquietanti. L’artista li coglie nella quotidianità della società e li espone nello spazio dell’ex manicomio come
provocazione, portando gli spettatori alla conclusione che visti da vicino siamo tutti uguali.

Alle ore 20.30 presentazione della manifestazione ed alle 21 via alla musica: sul palco di Sant’Osvaldo saliranno da Matera (Basilicata) i Terragnora per una serata proposta dalla Cooperativa Itaca ed inserita all’interno del festival di musica internaizonale Folkest. Attraverso contaminazioni, i Terragnora si sperimentano nella costruzione di contesti musicali e sociali fondati sulla ricerca e la valorizzazione della diversità, proponendo un repertorio tracciato lungo le linee principali della tradizione popolare: i canti d’amore, di festa, di
lavoro e di protesta. La serata è inserita all’interno del progetto sociale “Itaca a Folkest per la Salute mentale”, collaborazione arrivata al suo 10° anno di vita.

Venerdì 23 luglio alle 17 inizio del torneo Anpis di calcio a 7 intitolato a “Giorgio Molaro” ed organizzato a cura della polisportiva E’ Vento Nuovo. Alle 17.30 installazioni artistiche a cura del Porto dei Baneandanti. Dal Porto dei Beneandanti di Portogruaro salpano e attraccano molti navigli, ognuno con un carico prezioso. Alcune stive contengono casse piene di ricche parole poetiche, altre scenografie stralunate e costumi radiosi, altre ancora suoni leggiadri
imbottigliati con ritmi cardiaci. I vascelli vanno e vengono da e verso altri porti dove tale mercanzia è attesa con trepidazione e accolta con gioia. In questi giorni dal Porto dei Benandanti è partito un naviglio carico di installazioni artistiche diretto verso i moli del Sant’Osvaldo a Udine. Tali installazioni sono opere desiderose di dialogare con gli alberi del parco udinese e con tutti quelli che parteciperanno alla festa Gatto Nero, Gatto Bianco. Per pensare a disponibilità e accoglienza che, forse, mancano un po’ a tutti per rendere la vita serena, lieta, felice.

Alle 17.30 visita guidata “ I 4 elementi”, animazione a cura dell’associazione Arum verso percorsi storico botanici. Vedere il Parco di Sant’Osvaldo con occhi diversi. il programma prevede il ritrovo per la passeggiata alla scoperta dei quattro elementi nei pressi del cancello dell’entrata del comprensorio, partenza alle 18. Una semplice passeggiata della lunghezza di 1/1,5 ora circa insieme ad alcune socie di Arum durante la quale sarà possibile conoscere passo dopo passo, lungo il filo tematico dei quattro elementi acqua, terra, fuoco, aria,
alcuni aspetti del patrimonio culturale, storico-sociale, umano, giardinistico-botanico che caratterizza questo luogo.

Alle 20.30 Jam session del Coro Nove per Caso. Il progetto prende forma all’interno delle attività di un Centro diurno del Dsm, la comunità Nove. Il gruppo si avvale della collaborazione della partecipazione di operatori, volontari ed utenti di altre comunità, centri e servizi legati al mondo della salute mentale. Trattasi di un percorso educativo e formativo rivolto a tutti, utenti e operatori. Il repertorio percorre sia la canzone d’autore italiana e regionale, tanto che il Coro è diventato nel tempo un’attività musicale vera e propria che vuole crescere, comunicare con la gente, e che fornisce diversi spunti di riflessione importanti per la comprensione di problematiche ancora scomode.

Alle 21 Spettacolo teatrale “ Succo d’aceto” di Pino Roveredo. La Compagnia Instabile presenta l’atto unico, ovvero uno spettacolo traccia del percorso di Roveredo, fatto di capriole in salita, dentro il quale l’autore si concede la bellezza e la libertà di fare entrare alcune persone che con i loro muscoli e amore continuano a girare nella sua memoria con la forza dell’eternità. Persone che si sono morsicate la vita, e che oggi tornano col rammarico di una canzone che non può più frequentare.

Sabato 24 luglio alle 9 Torneo sportivo “G. Molaro”. Dalle 16.30 a cura di Officine Giovani workshop di canto spontaneo con Mariano Bulligan per ascoltare e far ascoltare la voce creativa nei ritmi della natura. Laboratorio artistico con materiale di riciclo a cura di Massimo Miani del gruppo Graphicplayers. La partecipazione ai laboratori è gratuita – iscrizione obbligatoria. Alle 17 Ludoteca itinerante col Ludobus, a cura della VI Circoscrizione. Dalle 18.00 per le vie del centro città di Udine, tra piazza Libertà e piazza Matteotti, improvvisazione musicale della Banda di Piazza Caricamento
di Genova. La banda è nata nel 2007 ed è composta da giovani immigrati e meticci under 30 residenti a Genova ma con origini e provenienze da 11 paesi diversi dei cinque continenti, Marocco, Messico, Brasile, Russia, Senegal, Rwanda, Sri Lanka, Germania, Cina, Italia. Davide Ferrari ha la direzione musicale. E’ un’orchesta definita “etnopunk” per la sua incredibile energia e spontaneità. Tra le sue peculiarità l’uso delle voci, della danza e della sezione ritmica, composta da percussioni differenti delle diverse tradizioni. Alle 20 Live a cura di Officine Giovani “Nu groovin’impro choir” – coro di Officine Giovani –
feat. SkyL Beatbox e fuori dal Mucchio Impro Choir. Alle ore 20.30
Pagella Rock Expo 2010 in collaborazione con Wild Jack River, Otivm,
Monkey Egg. Alle 22.30 Alfabox.

Giornata finale domenica 25 luglio. Dalle 9 Torneo sportivo “G. Molaro”, dalle 17 Laboratorio musicale dellaBanda di Piazza Caricamento, alle 17 presentazione del libro “Son stufadiza” di Barbara Grubizza, Kappa Vu Edizioni. Sempre alle 17 Laboratorio di pittura “Matite e colori” a cura di Francesco Calviello e Laura Simonetto.
Workshop all’aperto, a partecipazione libera, dove chiunque può sperimentare delle tecniche di disegno artistico in compagnia delle persone che frequentano i laboratori creativi esistenti nel contesto della salute mentale di Udine. In particolare questa iniziativa è coordinata dal Laboratorio di Pittura di via Marangoni, servizio offerto dal Cidr di Duemilauno Agenzia Sociale. In contemporanea, Laboratorio per bambini a cura di Arteventi suddiviso in due momenti: narrazione, racconto di storie che hanno per argomento concetti come diversità e integrazione osservati e narrati dal punto di vista di protagonisti nuovi, i gatti; laboratorio artistico, ogni bambino avrà una sagoma di cartone autoportante a forma di gatto, verranno messi a disposizione materiali vari di recupero (ritagli di stoffe, tappi di bottiglia, cotone, lana, ecc.) e colori, i bimbi avranno libera fantasia di interpretare, secondo la loro creatività, uno dei gatti protagonisti delle storie narrate.

Alle 19.00 chiusura e premiazione del torneo sportivo “G. Molaro”, alle 20.30 gran finale con il concerto della Banda di Piazza Caricamento. In caso di maltempo, le serate di concerti e teatro si terranno al Teatro comunale Palamostre di Udine con gli stessi orari sopra descritti. L’ingresso per l’intera manifestazione è gratuito.

A cura della VI Circoscrizione venerdì 30 luglio alle 21 proiezione di cinema all’aperto Cineincittà “ Il nastro bianco” di M. Haneke (genere drammatico), venerdì 6 agosto alle 21 “Welcome” di P. Lionet (genere drammatico).

facebook

Lascia un commento

995