Udine Fiere: conclusione positiva per EOS

eos

Il Presidente De Marco: «Con E.O.S. Udine e Gorizia Fiere risponde alle richieste della Regione in materia nuova progettualità fieristica e di coordinamento delle manifestazioni. La partenza è stata buona grazie anche agli espositori che insieme alla Fiera hanno investito e creduto in questa iniziativa proiettata al futuro».

Il debutto di E.O.S. – Exposition Of Sustainability – è coinciso con il debutto “ufficiale” di Luisa De Marco come Presidente di Udine e Gorizia Fiere ed ha aperto una nuova progettualità della Fiera nel proporre eventi capaci non solo di favorire le imprese e lo sviluppo economico del territorio puntando su settori chiave in forte espansione come lo sono la sostenibilità e la green economy, ma anche di promuovere parallelamente un approccio culturale e di conoscenza capace di condensare attorno alla Fiera l’interesse a la partecipazione di coloro che compongono le due leve fondamentali della ragion d’essere e del successo di una manifestazione: l’offerta (espositori, promotori di eventi e convegni, partner, patrocinatori e sostenitori) e la domanda ( i visitatori, che per i contenuti di E.O.S., comprendono tecnici, esperti, addetti ai lavori, amministratori, ricercatori, comunicatori, ma anche il pubblico più generico e non per questo meno interessato e motivato alle tematiche ambientali e di risparmio energetico).

«La positiva partenza di questo numero zero di E.O.S. – afferma il Presidente De Marco – e le attestazioni di interesse e di sostegno all’evento raccolte in questi giorni da parte di tutte le maggiori istituzioni, Regione in primis, e delle categorie economiche confermano che la strada intrapresa è quella giusta e portatrice di interessi comuni. L’esordio qualificato e qualificante di E.O.S. è stato reso possibile grazie all’importante contributo e all’impegno del Comitato Tecnico della manifestazione di cui hanno fatto parte Agemont, ANAB, APE, Area Science Park, Camera di Commercio di Udine, Casambiente, CETA, Comune di Udine, Consorzio Friuli Innovazione, Greenfacotor-Friulimmagine, Provincia di Udine, Università di Trieste e Università di Udine. Un grazie particolare va agli espositori, alle aziende soprattutto, che insieme alla Fiera hanno scommesso e investito in questo iniziativa proiettata al futuro e sulla quale intendiamo proseguire ampliandola e migliorandola facendo tesoro degli input registrati da questa prima edizione.

Se ai contenuti e agli obiettivi di E.O.S. – precisa De Marco – aggiungiamo che, di fatto, questo evento ha aperto per primo sul territorio regionale il filone fieristico dedicato all’eco-sostenibilità e green economy, possiamo ritenere che E.O.S. sia già un progetto concreto per rispondere alle richieste della Regione che oltre ad un coordinamento e ad una razionalizzazione dei calendari, chiama i poli fieristici ad impegnarsi su una nuova ed efficace progettualità, capace di cogliere le istanze del mercato e di interpretarne le esigenze».

Decollata mercoledì scorso e in dirittura d’arrivo con la chiusura alle ore 14,00 di oggi (sabato 14), la 1^ Mostra-Convegno E.O.S. ha condensato e interfacciato queste componenti in un programma molto qualificato di oltre 30 eventi, nel prezioso contributo di più di 170 relatori e nella presenza di oltre 40 tra aziende ed istituzioni nella sezione Mostra presentando prodotti, materiali, progetti e servizi declinati all’eco-sostenibilità nei settori dell’edilizia, territorio, energie e mobilità-trasporti.
Le giornate di E.O.S. hanno fornito una notevole quantità di informazioni e aggiornamenti, sono state lo scenario ideale per confrontare normative e sistemi di certificazione regionali, nazionali ed europei e hanno anticipato lo start-up aziende e l’avvio di progetti eccellenti come il primo laboratorio di analisi satellitare in Friuli Venezia Giulia (RSL – Remote Sensing Lab) presentato in Fiera da Friuli Innovazione e che punta a diventare il centro di Eccellenza per l’osservazione della terra.

A E.O.S. è stato lanciato anche il progetto della Scuola Biologica FVG, un concorso per l’energia rivolto alle scuole medie e superiori con cadenza annuale e con la collaborazione dei Comuni e della Provincie. L’idea è dello Studio Casambiente che insieme alla Fiera presenterà l’iniziativa durante la prossima edizione di Casa Moderna (24 settembre – 3 ottobre), anzi nel cuore green di Casa Moderna, vale a dire Casa Biologica dove, non a caso, è nata l’idea di E.O.S. divenuta realtà.

Lascia un commento

442