Bearzi

Udine: fino al 24 dicembre obbligo di abbassare temperature da 20 a 18 gradi

18-gradi
L’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente ha comunicato al Comune di Udine il persistere degli sforamenti delle polveri sottili almeno fino alle ore 23 del 24 dicembre. Date le condizioni meteo attuali, infatti, l’Arpa prevede ancora il superamento dei valori delle Pm10 il cui limite, lo ricordiamo, è fissato in 50 microgrammi come media giornaliera.
Per questo motivo il Comune di Udine informa che proseguono, come nei giorni scorsi, le misure previste dal Piano di Azione Comunale per il contenimento dell’inquinamento atmosferico e la riduzione degli agenti inquinanti nell’aria.

In questo caso, dunque, oltre all’invito a ridurre l’uso dei mezzi privati, scatta l’obbligo di abbassare da 20 a 18° le temperature medie impostate internamente agli edifici. Il divieto non si applica, così come previsto dal Pac, agli edifici in categoria B o superiore in base all’attestato di qualificazione energetica, nonché gli edifici adibiti ad ospedali, cliniche o case di cura, scuole ed abitazioni in cui risiedono persone affette da malattie croniche. Resta sempre valido, inoltre, l’obbligo di utilizzo di legna e pellet conformi alle specifiche norme Uni. Si ricorda inoltre che fino al 31 marzo è vietata l’accensione di fuochi all’aperto di stoppie, ramaglie o altro ad eccezione dei fuochi epifanici (6 gennaio).
Nulla cambia rispetto agli altri giorni, invece, per quanto riguarda la circolazione dei veicoli. In base al Pac, infatti, dal 7 dicembre al 7 gennaio vengono sospese le limitazioni alla circolazione che riguardano, comunque, lo ricordiamo, solo i veicoli più vecchi ed inquinanti e solo l’area interna al ring cittadino in alcune ore della giornata. Dal 15 ottobre al 31 marzo, con una pausa dal 7 dicembre al 7 gennaio, infatti, le limitazioni riguardano i veicoli a benzina euro 0 e 1, diesel 0, 1, 2 e 3 e ciclomotori e motoveicoli 0 e 1, e sono attive dalle 16 alle 20 esclusivamente all’interno del ring cittadino e con l’esclusione, tra gli altri, dei residenti nell’area interessata al divieto. Nell’area all’interno delle Zone a Traffico Limitato e nelle aree pedonali, infine, il divieto di circolazione è esteso alla fascia oraria dalle 14 alle 16 per gli automezzi diesel per trasporto di merci omologati euro 0, 1,2 e 3.

facebook
597