Udine: Fondazione CRUP destina all’Università di Udine 1 milione di euro

IMG_1354 copia 2Con la Convenzione 2015-2017 e l’Accordo Attuativo 2015, ufficialmente siglati nel corso di una conferenza stampa tenutasi questa mattina, si riconferma la partnership tra la Fondazione Crup e l’Università degli Studi del Friuli. Una collaborazione consolidata che conferma la presenza ed il radicamento dell’Ente sul territorio e che si rafforza ogni anno con un’attenzione sempre più mirata all’attuazione di iniziative specifiche per il miglioramento dei servizi e della formazione degli studenti.

Un milione di euro per sviluppare attività di ricerca, didattica e internazionalizzazione: queste le aree prioritarie lungo le quali si muoveranno i progetti per l’anno 2015. Oltre la metà del budget sarà destinata a sostenere ricercatori e dottorati di ricerca, un segmento fortemente penalizzato su tutto il territorio nazionale e che per questo più di altri necessita di un significativo supporto economico. L’obiettivo è quello di investire su azioni per il potenziamento della ricerca puntando a raggiungere standard europei, attraverso una programmazione strategica pluriennale condivisa, nella consapevolezza che ricerca e innovazione costituiscono un fattore strategico per lo sviluppo del territorio.

Accanto alla campagna immatricolazioni e all’orientamento, finalizzati ad accompagnare i giovani nella scelta del loro percorso di studi e ad agevolarne l’ingresso all’Università, i progetti principali che rientrano nell’area della didattica sono Start Cup 2015, la nuova edizione della prestigiosa gara tra idee imprenditoriali innovative ma soprattutto Conoscenza in Festa, la tre giorni di incontri, dibattiti e riflessioni sul tema del trasferimento del sapere, che ha da poco fatto il suo grande debutto, portando nel capoluogo friulano oltre 20 rettori dalle più prestigiose università italiane, con il sostegno di Crui, Conferenza dei Rettori delle Università Italiane e di ACRI, associazione che racchiude le Casse di Risparmio e le Fondazioni di origine bancaria.

Sul fronte del sostegno all’internazionalizzazione, grazie all’accordo siglato con la Fondazione Crup l’Università di Udine svilupperà attività di promozione, seminari, stage, tirocini e percorsi internazionali validi ed efficaci, che contribuiranno a consolidare il ruolo dell’ateneo udinese come centro di ricerca, conoscenza ed innovazione riconosciuto nel panorama nazionale ed internazionale.

Alla sottoscrizione della Convenzione Triennale e dell’Accordo attuativo erano presenti, per la Fondazione Crup, il Presidente Lionello D’Agostini e il Vice Presidente Oldino Cernoia, mentre per l’Università di Udine il Rettore Alberto Felice De Toni, il Direttore Generale Massimo Di Silverio e la Responsabile dell’Area Bilancio, nonché Vicedirettore, Mara Pugnale.

Il Presidente D’Agostini ha rimarcato come “Assieme all’Università di Udine, alla quale da sempre va il nostro appoggio, abbiamo strutturato una partnership che funziona e, dopo una lunga ed accurata analisi delle esigenze formative del territorio inquadrate in un più ampio contesto europeo, abbiamo individuato la strategia più valida ed efficace per sostenere l’offerta formativa, con particolare riferimento allo sviluppo delle seguenti aree di intervento: didattica, ricerca ed internazionalizzazione. Polo di eccellenza riconosciuto, l’ateneo friulano sviluppa iniziative che puntano sull’istruzione e sull’alta formazione dei nostri ragazzi, per il futuro loro e del nostro Paese.”

Il rettore Alberto Felice De Toni ha sottolineato come “la Fondazione Crup sempre di più rappresenti un partner fondamentale per lo sviluppo delle attività dell’ateneo friulano, in un’ottica strategica e condivisa di continuo rafforzamento del sistema territoriale, che passa, anche, attraverso il sostegno della ricerca e dell’alta formazione e che quest’anno si è potenziato in seguito alla fondamentale partnership sviluppata per Conoscenza in festa”.

659