Udine: Fontanini contro il kebab “Necessari controlli per la salute pubblica”

fontanini-2Obiettivo sicurezza alimentare: nuova campagna promossa dalla Provincia di Udine, questa volta i motori sono stati avviati sul versante dell’alimentazione per domandare alle autorità competenti di effettuare i controlli nei locali etnici, fast food, take-away stranieri del nostro territorio.
Dopo la richiesta di sopralluoghi nei massaggi orientali al fine di scongiurare prostituzione e sfruttamento, ma anche per far rispettare le normative in tema di sicurezza sul lavoro e corrispondenza fra professione svolta e titoli acquisiti – missive sono state inviate a Questura, Prefettura, Ispettorato del Lavoro, Camera di Commercio,– adesso l’amministrazione sta predisponendo nuove lettere da inviare innanzitutto ai NAS del Fvg. “Non siamo mossi da pregiudizi nei confronti delle attività gestite da extracomunitari – premette il Presidente della Provincia Pietro Fontanini –; cucina etnica non vuol dire cibi avariati o contaminati, noi intendiamo tutelare la salute di tutti coloro che, italiani e non, vanno a mangiare in questi ristoranti o take-away”.

522