Bearzi

Udine: fra Friuli e Slovenia 3 giorni a caccia degli orsi – 20/22 maggio 2016

orsoVedere gli animali selvatici, nel loro ambiente naturale è un desiderio di molti amanti della natura.

In Slovenia abbiamo la più alta probabilità di osservare, in perfetta sicurezza su apposite altane, il più grande carnivoro del continente europeo: l’orso bruno. Il bear watching è un’attività assolutamente emozionante: l’attesa in silenzio, stare in una foresta al tramonto, l’alta probabilità di spiare gli orsi e gli altri abitanti della foresta nel loro ambiente è un’occasione che non capita tutti i giorni.

Inoltre i proventi della attività di bear watching contribuiscono alla salvaguardia degli orsi stessi, migliorando l’opinione pubblica e avendo ricadute sui territori in cui gli orsi vivono.

Costo: 280 euro a persona.

da Venerdì, 20 Maggio, 2016 a Domenica, 22 Maggio, 2016 –

Programma Giorno 1 • Mattino: partenza da Udine alla volta della Slovenia (se il gruppo è interessa e si riesce a partire da Udine entro le ore 9:00, è possibile inserire il primo giorno una visita al castello di Predjama). • Arrivo a Rakov Škocjan ed escursione sul sito carsico chiamato anche “Valle del Rio dei Gamberi” con introduzione al carsismo e breve trekking di 5 km alla scoperta della natura e della morfologia carsica. Spostamento Loski Potok e sistemazione in casa di caccia (le case di caccia sono dei cabin tradizionali della Slovenia immerse nei boschi). Posizionamento di fototrappola e monitoraggio notturno della fauna selvatica mediante tecniche bioacustiche. Cena. Pernottamento. Giorno 2 • Colazione. esplorazione dell’area del Lago di Cernika, il piu grande lago intermittente della Slovenia, e dei borghi vicini. Pranzo al sacco. • Nel pomeriggio, bear watching da appositi capanni d’osservazione, fino al tramonto. • Rientro e cena presso la struttura. • Serata di relax e approfondimento sulla fauna del luogo. Giorno 3 • Colazione. Visita al Castello di Snežnik e dintorni (ingresso facoltativo al museo della caccia al ghiro e alle sale interne del castello). • Spostamento alla volta di Masun, alle pendici del Monte Nevoso. Lungo il percorso, nel cuore della foresta del Nevoso, sarà possibile cercare le tracce del passaggio degli orsi e di altri grandi carnivori. Pranzo in trattoria tradizionale specializzata in selvaggina. • Breve escursione sul sentiero didattico nei dintorni di Masun con visita al Castello e a una vera tana d’orso. • A metà pomeriggio rientro verso l’Italia. Equipaggiamento obbligatorio • Scarpe da trekking (meglio alte e impermeabili) • Torcia (meglio frontale) • Abbigliamento da trekking multistrato (la sera e sulle altane può fare freddo, pertanto è consigliabile avere un cambio pesante in qualsiasi stagione). • Zainetto da trekking leggero. • Carta d’identità (valida per l’espatrio) e/o passaporto in corso di validità.

facebook
1.644