Bearzi

Udine: H20ro, spettacolo teatrale sul diritto all’acqua – 29 novembre 2012

Il CeVI, Centro di Volontariato Internazionale e l’Associazione studentesca dell’Università di Udine “NeoAteneo”, presentano l’ultimo atto della rassegna intitolata “H2012 Portatori d’acqua” che ha visto, a partire dall’ottobre scorso, la realizzazione a Udine di mostre sull’acqua, di proiezioni di film, di incontri dei giovani universitari sulle buone prassi messe in atto sull’acqua.
Giovedì 29 novembre va in scena una riflessione e denuncia per sostenere il diritto di tutti all’acqua e illustrare i pericoli relativi ad una sua privatizzazione. E’ lo spettacolo H2Oro della compagnia teatrale Itineraria. Sul palco l’attore Fabrizio De Giovanni per un vero documento teatrale che spiega l’importanza di definire l’acqua come bene comune e quindi un diritto dell’umanità, mentre oggi, nonostante lo straordinario referendum del 2011, rischia di diventare “l’investimento blu” del ventunesimo secolo, ovvero un prodotto da quotare in borsa e da collocare sui mercati finanziari.

L’accesso all’acqua potabile è un diritto umano e sociale imprescrittibile, che deve essere garantito a tutti gli esseri umani. Perché questo avvenga bisogna sottrarre l’acqua alla logica del mercato e ricollocarla nell’area dei beni comuni, alla cui tavola devono potersi sedere tutti gli abitanti della Terra con pari diritti, comprese le generazioni future. Attraverso una documentazione rigorosa si affrontano i temi della privatizzazione dell’acqua, delle multinazionali, del contratto mondiale dell’acqua, delle guerre dell’acqua e delle dighe, degli sprechi e dei paradossi nella gestione dell’acqua in Italia, del cosa fare noi-qui-ora, della necessità di contrastare e invertire l’indirizzo di mercificazione e privatizzazione. Uno spettacolo per affermare che un altro mondo è possibile, non all’insegna del denaro, ma della dignità umana. Uno spettacolo denso di numeri, concetti e provocazioni, sapientemente mescolati a un pizzico di ironia. Un mix dal ritmo incalzante capace, come un fiume in piena, di tenere incollato il pubblico alle poltrone per un’ora e mezza.

Fabrizio De Giovanni è autore-attore di questo spettacolo scritto con la collaborazione di Ercole Onagro. La rappresentazione si avvale di linguaggi e contributi diversi (letture di documenti, video) con musiche di Augusto Ripari, ben amalgamati dalla regia di Emiliano Viscardi e dall’apparato scenico di Maria Chiara Di Marco (www.itineraria.it).
Lo spettacolo è stato premiato nel 2006 con una targa d’argento dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.
Realizzato con il Patrocinio del “Comitato Italiano per il Contratto Mondiale sull’Acqua” e del “Centro Nuovo Modello di Sviluppo” di Vecchiano, ha ricevuto in seguito il Patrocinio del Ministero delle Politiche agricole e forestali, del Ministero della Pubblica Istruzione Università e Ricerca, della Presidenza della Regione Lombardia e della Provincia di Lodi.

A conclusione dello spettacolo sarà presentata la situazione in Italia e in Friuli Venezia Giulia sul dopo referendum sull’acqua del 2011. In apertura sono stati inviati ad intervenire il Sindaco di Udine Furio Honsell e il rettore dell’Università degli studi di Udine Cristiana Compagno.

Ingresso a offerta libera

facebook

Lascia un commento

467