Udine: Hic sunt leones. Mostra su esploratori friulani

Si è aperta oggi a Udine la mostra “Hic sunt leones” dedicata a esploratori, geografi e viaggiatori friulani partiti tra Ottocento e Novecento per i Paesi extraeuropei alla scoperta di mondi nuovi. Organizzata dal Museo Friulano di Storia Naturale del Comune, l’esposizione allestita nella ex chiesa di San Francesco fino al 15 aprile 2012 propone in un contesto multimediale documenti, carte, scritti, oggetti raccolti durante viaggi ed esplorazioni, fotografie, filmati d’epoca e carte geografiche, dalle prime mappe moderne ottocentesche fino alle ultime elaborate per iPhone. Tra le figure di esploratori e geografi ai quali la mostra è dedicata, Beato Odorico da Pordenone, Celso Costantini, Pietro Savorgnan di Brazzà, Attilio Pecile, Giovanni e Olinto Marinelli, Achille Telllini, Michele Gortani, Luigi Pio Tessitori, Ardito Desio, Giovanni Battista Ellero, Lodovico di Caporiacco ed Emilio Scarin. “E’ una grande operazione di ricerca e di educazione – ha detto l’assessore comunale alla Cultura, Luigi Reitani – per rendere omaggio e diffondere la conoscenza di illustri personalità che, con profonde radici nella cultura locale, hanno dato un contributo importante alla cultura universale”.

647