Udine: Honsell firma la petizione per il voto dei cittadini italiani in mobilità europea temporanea

elezioni scheda“Mi sembra sia un dovere di civiltà che altri Paesi europei e grandi democrazie del mondo hanno sempre reso possibile. Ecco perché ho voluto partecipare anche io alla manifestazione #GenerazioneSenzaVoto Day”.

Così il sindaco di Udine, Furio Honsell annuncia di aver firmato insieme con l’assessore all’Innovazione Gabriele Giacomini la campagna di raccolta firme per promuovere una proposta di legge di iniziativa popolare che consenta ai cittadini italiani in mobilità europea temporanea (inferiore ai 12 mesi), l’esercizio del diritto di voto per le elezioni alla Camera dei deputati, al Senato della Repubblica, al Parlamento Europeo, ai Consigli Regionali e alle Province autonome di Treno e Bolzano. Un diritto attualmente esercitabile solo dai cittadini italiani iscritti all’AIRE, ovvero residenti all’estero e non temporaneamente residenti come sono, ad esempio, gli studenti Erasmus.

“Credo fondamentale – ha detto il sindaco – favorire il voto dei giovani e contrastare le forme di astensionismo. Così come dobbiamo impegnarci tutti – conclude il primo cittadino – a valorizzare le esperienze europee per permettere agli studenti di non perdere il diritto ad esercitare la loro piena cittadinanza italiana solo per il fatto di essere in Europa”.

I volontari di Erasmus Student Network Italia sono presenti, lo ricordiamo, con appositi banchetti in oltre 30 città italiane tra cui Udine (prossimo appuntamento 7 febbraio dalle 9 alle 19 in via Lionello di fronte al Comune) e Pordenne (prossimo banchetto 7 febbraio dalle 10 alle 18 in via Cesare Battisti o in prossimità della via). Per informazioni: [email protected]

298