Udine: il computer entra in stalla per gestire il latte

muccaDa oggi basta un click per sapere tutto ed in tempo reale sulla gestione della propria stalla di vacca da latte e per confrontarla con altre stalle di tutta Italia. O meglio, con quelle che fanno parte del circuito delle associazioni degli allevatori. L’informatica entra con forza nella stalle per dare agli allevatori uno strumento moderno, immediato per capire cosa possono migliorare nella gestione della stalla, unico modo per far fronte al crollo del prezzo del latte che oggi si aggira sui 35 centesimi. Il nuovo format predisposto dall’Associazione Italiana Allevatori e che comprende anche le stalle associate all’Associazione Allevatori del Fvg è stato presentato oggi nella sede di Codroipo dal presidente Renzo Livoni, da Riccardo Negrini, docente universitario e membro dell’ufficio studi dell’Associazione Italiana Allevatori e da Laura Pavoni, responsabile programmi informatici controlli funzionali dell’Aia.

Come accennato basta un click al sito [email protected] (è un software gestionale), registrarsi, comporre la propria password per disporre di una serie di dati leggibili e interpretabili che possono essere implementati e aggiornati direttamente e soprattutto confrontati con quelli di altre aziende simili (la ragione sociale resta ovviamente anonima). “Solo con una attenta lettura dei dati – ha spiegato Negrini – è possibile ridurre i costi e cercare di vincere la sfida dei prezzi calanti del latte e di puntare nello stesso tempo alla migliore qualità del latte, unica vera arma in mano agli allevatori”. I dati si riferiscono alla genetica, alle produzioni, alle analisi del latte, alla situazione sanitaria, alle riproduzioni. “La vacche che si ammalano troppo – ha detto il presidente Livoni – non rappresentano solo un costo per l’azienda ma anche un rischio per la mandria. Un monitoraggio continuo è un’arma importante”. “Questo sistema gestionale – ha spiegato Pavoni – importa in tempo reali tutti i dati di tutte le aziende zootecniche in rete e, permettendo il confronto, consente giorno per giorno di migliorare la gestione e quindi di fare reddito”

Sono oltre 700 le aziende con bovine da latte in Fvg per una produzione di oltre 2,5 milioni di quintali).

863