Udine

Udine: il FAI restaurerà l’Arco Bollani

Udine_Arco_Bollani_Palladio01E’ passato poco più di un anno dalla quinta edizione del censimento “I Luoghi del Cuore”, promosso dal FAI – Fondo Ambiente Italiano in collaborazione con Intesa Sanpaolo, che ha visto la partecipazione di centinaia di migliaia di persone unite nel nome di un’Italia da tutelare e da tramandare alle generazioni future. La grande partecipazione degli italiani è stata la dimostrazione di quanto questa iniziativa sia diventata un prezioso strumento di aggregazione, di comunione di sentimenti e di speranze.

Proprio per dare un seguito a queste speranze il FAI ha dato voce alle segnalazioni, ha sollecitato le istituzioni preposte, sensibilizzando Sindaci, Soprintendenze, Regioni e oggi, dopo un periodo di monitoraggio, annuncia i primi 11 interventi che verranno realizzati grazie a “I Luoghi del Cuore”. Interventi concreti che, sebbene siano spesso limitati ad alcuni aspetti del bene da recuperare, sono un punto di partenza, un segnale concreto di interesse e di cura per alcune ricchezze del nostro Paese, dimenticate o addirittura abbandonate.
In Friuli Venezia Giulia  si è deciso di intervenire concretamente sull’Arco Bollani a Udine, bene che è arrivato al ventinovesimo posto della classifica nazionale con 3.778 segnalazioni .
L’Arco, dedicato a Domenico Bollani, committente dell’opera nel 1556, è attribuito ad Andrea Palladio e si colloca nel cuore di Udine, all’estremità della rinascimentale piazza Libertà dove si ergono le logge del Lionello e del San Giovanni, il Tempietto di San Giovanni, la Torre dell’Orologio e la Fontana del Carrara. Il monumento è anche porta d’ingresso al Castello e ricopre grande valore storico-artistico nonché affettivo da parte della cittadinanza. L’assessore alla Gestione Urbana del comune di Udine Gianna Malisani dice “Questa amministrazione comunale è impegnata in questi anni al restauro della
Loggia di San Giovanni, di cui l’Arco Bollani costituisce l’appendice verso il castello” e aggiunge “Per questo motivo il restauro del Leone Marciano, sopra l’Arco Bollani, costituisce il tassello finale del recupero di questa meravigliosa quinta di piazza Libertà, cuore pulsante del centro storico di Udine”.

Il FAI, grazie al contributo “I Luoghi del Cuore”, offrirà il suo supporto al Comune di Udine, impegnato nell’opera di riqualificazione della piazza, attraverso un intervento di manutenzione dell’antica struttura dell’Arco Bollani e in particolare attraverso il restauro e la pulitura del Leone Marciano, scultura in pietra di Vicenza in cima al monumento, rifacimento degli anni Cinquanta dell’originale abbattuto dai francesi. Il Leone, infatti, mostra segni di degrado dovuto alla formazione di microflora che ne altera l’estetica. La Delegazione FAI di Udine si è attivata con grande passione mobilitando i cittadini ed entrando in contatto con il Comune con cui è in via di definizione una convenzione per stabilire i dettagli dell’intervento che partirà nella primavera del 2012. “La soddisfazione del FAI di Udine” – dice Laura Stringari, Capo Delegazione FAI di Udine – “è veramente grande per il significato profondo di questo risultato: in un momento di  grave difficoltà socio-economica, riusciamo a dare delle risposte concrete a chi ha creduto in questa iniziativa, a chi crede nei valori dell’arte e di tutela del nostro patrimonio artistico. Un messaggio di forte positività per  tutta la cittadinanza e soprattutto per i giovani che potranno ritrovare nel Leone restaurato un segnale di maggiori certezze e ottimismo per il loro futuro.”

facebook
1.621