Udine: la Finanza sequestra 3 mila occhiali

guardia-di-finanza-cappello_2109La Guardia di Finanza ci vede bene e sequestra 3 mila paia di occhiali fra Udine e Padova che non recavano il marchio CE e non riportavanoalcune indicazioni obbligatorie per la sicurezza Oltre 3mila paia gli occhiali per la correzione del difetto semplice della presbiopia sequestrati nei giorni scorsi dai finanzieri della Compagnia Guardia di Finanza di Udine, nelle provincie di Udine e Padova. Denunciati i titolari delle attività economiche.
L’attività di intelligence svolta dalle fiamme gialle udinesi ha consentito di accertare la presenza nel circuito commerciale locale di numerosi prodotti per la correzione del difetto semplice della presbiopia privi dei requisiti tecnici attestati dalla marcatura “CE”, del nome e/o del marchio del costruttore, del potere diottrico, della distanza interpupillare, dell’avvertenza indicante la non idoneità del prodotto alla guida ed uso su strada nonché delle avvertenze e le precauzioni per l’uso stampate in lingua italiana, come previsto dalla normativa vigente.
Continua inoltre senza sosta l’attività di monitoraggio della Guardia di Finanza friulana sugli scambi commerciali da e per l’estero volta a reprimere gli illeciti nei settori dei marchi contraffatti e dei falsi “Made in Italy”.
I finanzieri della Compagnia Guardia di Finanza di San Giorgio di Nogaro in due distinti interventi, effettuati nell’area di servizio autostradale A/4 Gonars Nord e sul territorio provinciale, hanno complessivamente sequestrato circa 18mila articoli recanti la falsa attestazione di “Made in Italy”.
Nel primo intervento una pattuglia di finanzieri ha sottoposto a controllo un camion carico di maglie prodotte nella Repubblica Slovacca, destinate al commercio nel territorio italiano, ed attestanti la falsa provenienza nazionale. Sono stati complessivamente sequestrati circa 3mila capi per un valore di circa 100mila euro.
Il secondo controllo è stato eseguito a poche ore di distanza dal primo; oggetto dell’ispezione da parte delle Fiamme Gialle della Bassa Friulana è stato un camion proveniente della Romania che trasportava solette anatomiche per calzature sportive professionali, sulle cui confezioni era riportata la fallace dicitura “Made in Italy”. Tale merce era prodotta con materiali di alta tecnologia, tanto che il valore del quantitativo sequestrato ammonta a circa 450mila euro corrispondente a circa 15mila pezzi.
In entrambi i casi, l’intero carico che risultava esser acquistato da alcuni rivenditori nazionali ed era destinato a diverse aziende del settore, operanti nel nord e centro Italia, è stato sottoposto a sequestro con la conseguente denuncia all’Autorità Giudiziaria di Udine dei responsabili delle società italiane che hanno effettuato l’acquisto.
Gli stessi, in virtù del recente inasprimento della pene per chi indica una falsa indicazione di provenienza, oltre alla denuncia all’Autorità Giudiziaria, incorreranno in una pesante sanzione pecuniaria.
Le attività dei finanzieri del Comando Provinciale di Udine, rivolta agli scambi commerciali delle società nazionali con quelle situate in altri Paesi dell’Unione Europea dove i costi per le materie prime e di lavorazione sono decisamente più bassi, testimoniano l’incessante controllo di polizia economico-finanziaria svolto a garanzia della libera e corretta concorrenza tra gli imprenditori e a tutela dei prodotti “Made in Italy” e della salute dei cittadini.

comunicato a cura  della Guardia di Finanza

Lascia un commento

409