Udine: lavori socialmente utili, ultimi giorni per il bando

comune udine-1Dagli ausiliari dei servizi educativi agli operai addetti alle manutenzioni e ai servizi, dalle attività amministrative di sportello alla gestione dei magazzini comunali. C’è tempo fino al 28 luglio per presentare domanda per uno dei 25 posti che il Comune di Udine mette a disposizione anche quest’anno con sette nuovi progetti di lavoro socialmente utile presentati alla Regione. Dopo i positivi risultati ottenuti gli scorsi anni, infatti, l’amministrazione comunale ha deciso di attivare ulteriori progetti e posti di lavoro fino alla soglia massima consentita dal bando regionale (25 posti).

In un momento in cui le assunzioni sono bloccate e non riusciamo nemmeno a sostituire chi va in pensione, questi lavoratori sono ancora più preziosi perché rappresentano l’unica vera iniezione di nuove energie lavorative – sottolinea l’assessore all’Innovazione, Gabriele Giacomini – Quella che stiamo vivendo non è solo una crisi che attanaglia il reddito, ma anche una crisi che disperde il valore e le capacità lavorative delle persone come contributo al progresso e alla società. Con questi progetti – prosegue – reinseriamo 25 lavoratori che garantiranno nuove forze per lo sviluppo di progetti all’interno del Comune di Udine. Un intervento molto significativo in un momento in cui la ripresa occupazionale tarda ad arrivare e le famiglie hanno sempre più difficoltà ad arrivare a fine mese. Un piccolo, ma importante, contributo – conclude – per contrastare la disoccupazione e permettere di rimanere all’interno del mondo del lavoro”.

Fino al 28 luglio potranno presentare domanda, direttamente al Centro per l’impiego di viale Duodo 3 a Udine, i lavoratori percettori di trattamenti previdenziali residenti in regione che rientrano in una delle seguenti categorie: posti in cassa integrazione speciale sospesi a zero ore e titolari del relativo trattamento; lavoratori posti in mobilità e titolari del relativo trattamento; lavoratori titolari di altro trattamento speciale di disoccupazione ai sensi dell’articolo 11 della legge 23 luglio 1991 n. 223.

Dei 25 posti disponibili, tutti a tempo pieno per un anno, 1 sarà inquadrato nella categoria A, 13 in categoria B e 6 in categoria C. A questi si aggiungeranno 4 collaboratori scolastici da impiegare in attività di supporto al personale Ata e 1 ausiliario destinato alla questura per servizi di manutenzione e pulizia. Diversi i settori e gli uffici comunali che accoglieranno i neoassunti. Si va dall’ausilio nell’erogazione dei servizi prestati presso gli asili nido comunali, le scuole primarie cittadine, il servizio di doposcuola ed i laboratori didattici gestiti dal comune (erogazione servizi di mensa, pulizia locali, riordino, sorveglianza alunni, …) al supporto nell’attività di sportello per l’iscrizione ai diversi servizi educativi comunali; dalla gestione del magazzino della biblioteca e dei musei e della ludoteca comunale alla squadra operai comunale nell’attività di manutenzione di infrastrutture stradali, beni immobili e mobili. Ci sono poi profili più impiegativi con attività di supporto amministrativo presso diversi servizi comunali (data entry, archiviazione e altro).

691