PopSockets

Udine: lui ossessionato dal videopoker, lei lo lascia; poi inizia la persecuzione, condannato

Lo ha lasciato a causa degli atteggiamenti di gelosia ossessiva e per l’abitudine a giocare ai videopoker. Subito dopo sono cominciate molestie, minacce e atti di violenza, contro di lei – una donna udinese di 51 anni – e la figlia di lei, di 26 anni, durate quasi un anno. Per questo un uomo, E.M., di 43 anni, di Squinzano (Lecce), e’ stato condannato dal gup del tribunale di Udine a 2 anni di reclusione e 300 euro di multa per stalking, lesioni, estorsione.

facebook

Lascia un commento

329