Udine: malato di mente uccise il padre, assolto

Non è imputabile il giovane friulano di 24 anni che la notte del 25 maggio 2012, in un’abitazione di Codroipo (Udine), uccise il padre colpendolo con numerose coltellate al petto, dopo averlo scambiato per “satana, con il volto di Saddam Hussein”. Processato oggi con rito abbreviato, il ragazzo è stato assolto, come chiesto da accusa e difesa, perché affetto da vizio totale di mente. Il Gup del tribunale di Udine ha applicato nei suoi confronti la misura di sicurezza del ricovero in ospedale psichiatrico per 10 anni.

407