Bearzi

Udine: nasce Sportinsieme, aiuterà i ragazzi in difficoltà economica a fare sport

6 dicembre 2012 – È stata presentata Palazzo Kechler l’Associazione SPORTINSIEME, nata grazie all’impegno di diversi imprenditori friulani che, sensibili al tema dell’importanza dell’attività sportiva per la crescita fisica e psicologica dei ragazzi, hanno voluto creare un progetto finalizzato a dare un aiuto concreto ai ragazzi fino ai 18 anni che si trovano in condizione di difficoltà economica attraverso un contributo volto ad abbattere la quota di iscrizione della società sportiva scelta dal ragazzo.
Hanno partecipato all’incontro il Presidente dell’associazione Massimo Blasoni e il Vice presidente Massimo Rizzi, assieme alle seguenti personalità del mondo dello sport che faranno parte del Comitato Etico di SPORTINSIEME: Gabriella Paruzzi, campionessa di sci di fondo, Massimo Di Giorgio, campione di atletica, Lorenzo Povegliano, che ha partecipato alla spedizione olimpica di Londra 2012 per il lancio del martello e Giuliano Gemo, vice coordinatore regionale del Coni.
A spiegare il progetto Massimo Blasoni, Presidente di SPORTINSIEME: “Nasce oggi una bella iniziativa rivolta ai ragazzi fino ai 18 anni che si trovano in situazione di difficoltà economica e che non devono, crediamo, rinunciare allo sport preferito. Tutti noi forse ricordiamo, quando eravamo a scuola, qualche bambino che non poteva partecipare alla gita scolastica per le difficoltà della famiglia. Nello sport oggi accade la stessa cosa, anche se siamo consapevoli degli sforzi che fanno le società sportive per non lasciare fuori nessuno. Assieme ad alcuni amici imprenditori come Massimo Rizzi e il mio socio Giorgio Zucchini, abbiamo dunque voluto dare vita ad un’Associazione che aiuterà questi ragazzi grazie a un contributo volto ad abbattere le quote di iscrizione alla società sportiva di appartenenza. Per il momento l’associazione, che ha già una dotazione rilevante di 60 mila euro, si rivolge alle famiglie e alle società sportive udinesi, ma cogliamo l’occasione per lanciare un appello anche a tanti altri imprenditori che vogliano unirsi a noi e far crescere questa importante iniziativa. Vogliamo dare il via immediatamente al progetto, anche per questo desideriamo coinvolgere tutte le società sportive del comune di Udine perché partecipino all’incontro che si terrà martedì 11 alle ore 19 a Palazzo Kechler.”
“Crediamo che far crescere un bambino nella cultura dello sport – ha continuato Massimo Rizzi- sia fondamentale per la sana crescita di ogni ragazzo. Fare sport è un valore che un ragazzo deve poter sperimentare per essere un uomo migliore nel futuro. Abbiamo già una significativa dotazione e vogliamo che l’iniziativa possa partire subito per dare concretamente una mano a questi ragazzi.”
“Quando mi hanno parlato di questo progetto – ha commentato Gabriella Paruzzi- ho accettato immediatamente di partecipare, perché penso abbia un valore enorme per le opportunità che si possono offrire ai ragazzi. Credo anche che forse quest’iniziativa potrà dare una mano ad aiutare chissà quanti talenti nascosti, che forse un domani avremo l’onore di seguire”
“Finalmente un nuovo modo di aiutare lo sport –ha voluto sottolineare Massimo di Giorgio- che sostiene non le singole società ma direttamente i ragazzi che forse dovrebbero a rinunciare a fare attività sportiva. Io sono stato uno di quei bambini che non potevano andare in gita scolastica. Vengo da una famiglia povera e per me lo sport è stata una vera rivalsa di vita, e questo perché ho avuto la fortuna di incontrare sul mio cammino un mecenate, Luigi Modena, che ha creduto in me e mi ha aiutato, anche economicamente, perché potessi praticare sport. Per questo quando Massimo Blasoni e Massimo Rizzi mi hanno spiegato l’iniziativa ho subito voluto farne parte, perché credo che la stessa possibilità che ho avuto io dovrebbero averla tutti i ragazzi in difficoltà economica”.

facebook

Lascia un commento

1.076