fotovoltaicoUna produzione di energia elettrica in grado di coprire il fabbisogno di un anno di almeno 300 famiglie di 4 persone, senza produrre anidride carbonica, anzi riducendo le emissioni di almeno 387,5 tonnellate l’anno pari a 2.600 alberi di grossa taglia. Tanta energia – oltre 600 kW – potrebbe essere prodotta grazie alla convenzione sottoscritta oggi dal Comune di Udine e da Confartigianato Udine, la prima in Fvg, una delle prime a livello nazionale, che prevede l’installazione di pannelli fotovoltaici su una parte dei tetti di proprietà dell’amministrazione comunale. Da una prima stima, elaborata dagli uffici comunali, la superficie interessata potrebbero essere di circa 10 mila metri quadrati pari a 24 campi da pallacanestro che potrebbero ospitare, senza alcun impatto ambientale e senza alcun costo per l’amministrazione comunale, una cinquantina di impianti fotovoltaici.

La convenzione prevede l’attivazione di un tavolo tecnico che dovrà definire i contenuti del bando al fine di garantire sia l’interesse pubblico sia la qualità degli interventi. Le imprese, anche quelle associate a Confartigianato Udine e iscritte all’Elenco degli installatori accreditati, dovranno osservare quindi le indicazioni del bando. Confartigianato Udine, infine, ha annunciato la disponibilità a farsi carico in proprio di un primo impianto sperimentale innovativo al fine di individuare i migliori standard qualitativi e i migliori percorsi burocratico-amministrativo per rendere snelle, semplici e lineari i percorsi autorizzativi.

“E’ un interessante e innovativo esempio di collaborazione pubblico-privato quello che è partito oggi – ha commentato il sindaco di Udine Furio Honsell – e sono convinto che possa essere vantaggioso non solo per il Comune e gli artigiani, quanto per la città e l’ambiente e per il modello che ne nascerà che potrà essere imitato sia da altri comuni sia da altre associazioni di categoria. Auspico che un progetto pilota possa partire al più presto per avviare da subito la sperimentazione”.

“E’ con grande piacere – ha detto il presidente di Confartigianato Udine, Carlo Faleschini, affiancato dal capo categoria degli impiantisti elettrici, Daniele Nonino e dal presidente della zona di Udine, Mauro Damiani – che sottoscriviamo questa convenzione, che evidenzia la grande collaborazione e lo spirito di fattività in essere fra Comune e Confartigianato Udine che abbiamo apprezzato anche in questa ultima edizione di Friuli Doc”. Presenti alla firma della convenzione anche Daniele Nonino, capo categoria degli impiantisti, il presidente della zona di Udine Mauro Damiani e il dirigente del Dipartimento Territorio e Ambiente del Comune di Udine Pino Bellinetti.

“Va sottolineata l’importanza di rivolgersi a personale qualificato per l’installazione di questo tipo di impianti – ha osservato Damiani –. Oggi assistiamo a una proliferazione di aziende che si dicono specializzate nell’impiantistica del fotovoltaico, ma senza avere competenze tecniche sufficienti. Proprio perché in questo settore l’installazione è fondamentale anche per il corretto funzionamento dell’impianto, Confartigianato ha investito da subito in formazione continua e pertanto tutti i professionisti iscritti al nostro albo erogano servizi all’avanguardia”.

592