Bearzi

Udine: nuovo autogrill sulla A23 a Lumignacco

Il 22 agosto, sul sito di Autovie Venete è stato pubblicato il bando che apre i termini (scadono il 23 settembre) per la presentazione delle dimostrazioni di interesse alla gestione delle 16 aree di servizio attive sulla rete di Autovie (due in A23, due sulla A57 tangenziale di Mestre; quattro sulla A28 e otto sulla A4). ”Il bando – sottolinea il presidente, Emilio Terpin – ci consentirà finalmente un salto di qualità anche nel settore degli impianti di carburante e della ristorazione perché fra le tante caratteristiche richiediamo anche investimenti finalizzati a migliorare la fruibilità e la qualità dell’offerta”. Fra le novità anche la realizzazione della nuova area di Lumignacco, sulla A23 in direzione Tarvisio, che sostituirà quella di Zugliano Est.

 

Affidamenti di appalti e la rescissione di un contratto sono stati esaminati oggi dal Consiglio di Amministrazione di Autovie Venete, riunitosi oggi a Trieste. Il cda ha esaminato i risultati di quattro bandi di gara. Il primo, triennale di 2,9 milioni di euro, riguardava il servizio di viabilità invernale ed è stato aggiudicato, in otto lotti, a De Zottis S.p.A., Oribelli S.a.s. in A.T.I. con Impresa Vendrame Pasqualino & C. S.r.l., Impresa Boem Michele, Impresa Iseppon S.r.l., Impresa Mazzon Giancarlo, Impresa Ortoncelli Raul, Impresa De Vido S.r.l.; Mozzon Daniele S.r.l. in A.T.I. con Moretto Giuseppe S.r.l. e Feletto Angelo; alla Officina Nord Diesel S.r.l. Il secondo bando, relativo al servizio di assistenza tecnica delle casse automatiche, per un importo di 1,3 milioni, è stato affidato a Serenissima mobilità srl, che ha presentato un’offerta di 1,2 milioni circa. Il servizio sostitutivo della mensa è stato aggiudicato a Edenred Italia S.r.l. per 994.680 euro e infine il servizio di elaborazione dati per il sistema di esazione e pedaggio, comprensivo anche dei prodotti software per il controllo del traffico, è stato affidato ad Autostrade Tech S.p.A., che ha presentato un’offerta di 1,6 milioni. Ultimo punto all’ordine del giorno la questione della realizzazione di una nuova palazzina servizi a Palmanova,; l’appalto era stato vinto dalla ditta Polese, ma la seconda classificata, la Corsaro srl, aveva presentato ricorso, ottenendo l’aggiudicazione. Il cda ha approvato l’interruzione del rapporto con la Corsaro per inadempienza contrattuale.

facebook
731