Telegram

Udine: nuovo stadio Friuli, i tifosi scrivono al consiglio comunale, “chiarezza e decisione”

nuovo stadio friuli-5A pochi giorni dal Consiglio Comunale del 14 Novembre c.a., nel quale verranno discusse le linee guida per la concessione e la ristrutturazione dello Stadio Friuli, mi preme renderVi partecipi di alcune riflessioni inerenti l’argomento, particolarmente sentito e discusso all’interno della tifoseria dell’ Udinese. L’Associazione Udinese Club, sodalizio che ho l’onore di presiedere, è senza dubbio, per dimensioni, attività e storia, il più rappresentativo dei Tifosi Bianconeri; comunque nelle considerazioni che seguono sono convinto di rappresentare pressoché la totalità delle Persone che hanno a cuore l’Udinese e il futuro del calcio di altissimo livello a Udine.

L’Udinese Calcio, da molti anni, è senza alcun dubbio un’eccellenza del nostro territorio, ed un veicolo promozionale che non teme paragoni con qualsivoglia evento, piccolo o grande che sia. Ora, questa visibilità è addirittura amplificata dai risultati sportivi, ma, anche nei momenti meno eclatanti, consente la costante presenza di Udine e del Friuli sui media nazionali e internazionali. Un’immagine positiva, grazie alla serietà della società, della squadra e dei tifosi, che negli anni si sono distinti per ospitalità, generosità ed entusiasmo. Da alcuni anni la famiglia Pozzo, che da un quarto di secolo gestisce in maniera esemplare il calcio professionistico a Udine, ha in mente un progetto: la ristrutturazione dello stadio, a costo zero per la collettività, che trasformerebbe in un catino accogliente e moderno, la casa dei Bianconeri.

qui lo schema della concessione

Purtroppo però, la concessione della Struttura all’Udinese Calcio Spa, che permetterebbe l’investimento privato per l’ammodernamento dell’Impianto, per motivi sempre diversi non è mai stata concessa. A parole, quasi tutti le Forze Politiche presenti in Consiglio Comunale, si sono sempre dimostrate favorevoli all’operazione, ma, di volta in volta, sono stati sollevati problematiche, cavilli o improbabili progetti alternativi, che hanno fatto rimandare la decisione. Ciò sta facendo perdere la pazienza al Sig. Giampaolo Pozzo, che infatti ha preteso una risposta in tempi stretti, pena la rinuncia al Progetto.

Ebbene, anche i tifosi stanno perdendo la pazienza. Nel pieno rispetto della Autonomia Decisionale che il Consiglio Comunale ha riguardo argomenti così importanti, e senza entrare in alcun modo in logiche politiche, i tifosi chiedono con forza: CHIAREZZA e DECISIONE. Coloro che non ritengono opportuna la concessione dello Stadio all’Udinese Calcio Spa, e quindi i lavori di ristrutturazione dello stesso, abbiano il coraggio di dirlo chiaramente, prendendosi le proprie responsabilità davanti ai cittadini, così come lo faranno coloro che sono realmente favorevoli.

Vista la portata del Progetto, e l’importanza che riveste per la Città di Udine ed il Friuli intero, sarebbe auspicabile che il consenso fosse più ampio possibile, anche perché la ricaduta sull’economia reale di un investimento cospicuo di denaro, in questo periodo di crisi, sarebbe fondamentale.

Noi saremo presenti al Consiglio Comunale di lunedì, per toccare con mano se la chiarezza auspicata sarà reale, attenti che nessuno speculi sulla nostra passione. Con la consueta discrezione, verificheremo che le azioni all’interno del consiglio corrispondano alle dichiarazioni fatte ai cittadini.

Con l’augurio che questo passaggio così importante per la Nostra Città sia un’occasione di confronto Politico costruttivo, e nella speranza di vedere presto le ruspe in azione ai Rizzi, porgo i miei più distinti saluti.

Edy Morandini

Presidente Associazione Udinese Club.

facebook

Lascia un commento

535