Udine: omicidio san Giovanni,le coltellate sono 37; litigio dovuto a una visita familiare

Sarebbe stata una visita fatta martedi’ scorso da Lulzim Hadaj con le due figlie a una cugina appena diventata mamma, la causa del litigio dell’operaio albanese con la moglie, poi degenerato nell’omicidio della donna, accoltellata a San Giovanni al Natisone (Udine). L’episodio e’ stato raccontato dall’operaio nel corso dell’interrogatorio reso davanti al magistrato e ai carabinieri del Nucleo investigativo di Udine, la notte dopo il delitto.

Irma Hadai, 33 anni, la donna albanese uccisa dal marito, Lulzmin Hadai, di 36, anche lui albanese, due sere fa a San Giovanni al Natisone (Udine), e’ stata colpita da 36/37 coltellate. Piu’ di una e’ stata letale. Le piu’ profonde sono state inferte al cuore, alla giugulare, ai polmoni. Lo ha stabilito l’autopsia, compiuta questa mattina da Carlo Moreschi. Intanto, stamattina si e’ svolto in carcere l’udienza di convalida a carico dell’uomo, alla presenza del Gip Francesco Florit. Hadai si e’ rifatto alle dichiarazioni rilasciate la notte dell’omicidio. Il Gip ha convalidato l’arresto e confermato la custodia in carcere.

Lascia un commento

834