Bearzi

Udine: open day Psicologia 15 settembre 2012

Udine – Porte aperte all’Istituto di alta formazione in psicoterapia sistemico-relazionale “Naven”, unica scuola a Udine a formare medici e psicologi in un percorso teorico-pratico post lauream finalizzato ad apprendere nuove tecniche: l’appuntamento con il primo Open Day della stagione educativa è fissato per questo sabato, 15 settembre, dalle ore 10 alle ore 12 nella sede di via Marangoni 95 dove dal 2002 è attiva la struttura, riconosciuta dal Ministero dell’Istruzione. “E’ un’occasione importante per i futuri allievi di conoscere da vicino come funziona l’Istituto di alta qualità – spiega la fondatrice e direttrice di Naven, Esther Pedone – capire le tecniche che vengono insegnate e praticate e decidere se intraprendere un cammino che consente di acquisire nuove metodologie in psicoterapia da spendere nel mondo del lavoro”.
Si tratta di un evento Open Day del tutto gratuito per chi vi partecipa: “I potenziali specializzandi potranno dialogare con i docenti e lo staff con cui lavoreranno durante i quattro anni di specializzazione, caratterizzati dalla formazione di base dell’allievo, dal lavoro clinico con gli utenti del Centro e dall’attività terapeutica in cui si cimenteranno, a partire dal secondo anno. “Naven” s’inserisce nella tradizione didattico-formativa inaugurata nel 1972 dal Centro Studi di Roma diretto dal prof. Luigi Cancrini, più volte ospite del Centro a Udine. La direttrice Pedone rileva un crescente bisogno da parte di medici e psicologi del nostro territorio di ampliare le pratiche terapeutiche per adeguarsi alle nuove esigenze e risultare competitivi nelle scelte di cura e presa in carico dei pazienti. “Da quest’anno il nostro Istituto si è rinnovato proponendo agli iscritti una vasta gamma di nuove pratiche psicoterapeutiche legate al mondo delle neuroscienze, fra cui la pratica EMDR, acronimo che significa Eye Movement Desensitization and Reprocessing, ovvero quel processo di desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari”.
Naven ha già formato in Friuli un centinaio di psicoterapeuti sistemici. Negli ultimi anni, l’introduzione della pratica EMDR, ha permesso ad alcuni di loro di essere impiegati a supporto nei contesti italiani di terremoti, alluvioni e crolli. L’EMDR, proveniente direttamente dagli Usa, oggi riconosciuto come evidence-based non soltanto nei traumi di grave entità ma in tutta la tipologia di traumi, viene usato per il trattamento dei problemi emotivi causati da esperienze di vita disturbanti: da eventi traumatici a disastri e calamità naturali, da lutti complicati ad abusi sessuali, da ansie di prestazioni a disturbi d’ansia e stress post-traumatico. L’EMDR vede la patologia come informazione immagazzinata in modo non funzionale e si basa sull’ipotesi che ci sia una componente fisiologica in ogni disturbo o disagio psicologico.

facebook

Lascia un commento

349