Bearzi

Udine: Oscar Giannino presenta “Fermare il declino” – 17 novembre 2012

Oscar Giannino, giornalista ed opinionista televisivo nonché leader del Movimento Fermare il declino, sabato 17 novembre 2012, ore 17:30, terrà un incontro pubblico presso il Centro Culturale “Le Grazie”, via Pracchiuso 21 a Udine presentare alla stampa ed all’opinione pubblica il movimento Fermare il declino ed i suoi coordinatori regionali Andrea Bitetto, Alessandro Margiotta, Luciano Mauro e Francesco Venier.

Il giornalista e opinionista televisivo Oscar Giannino, animatore del movimento politico FERMARE IL DECLINO spiegherà domani, sabato 17 novembre alle ore 17.30 nella sede dell’Auditorio del Centro Culturale Le Grazie, in via Pracchiuso 21 a Udine, gli obiettivi del suo movimento. Sarà un’occasione per un’analisi a tutto campo dell’attuale situazione politica italiana e internazionale e per capire gli scenari che si stanno delineando in vista delle prossime elezioni politiche e amministrative. Oscar Giannino, profondo conoscitore del sistema politico italiano, ha redatto un progetto, articolato in 10 punti, al quale hanno aderito decine di economisti e intellettuali che si riconoscono in un’area moderata e liberale e che osservano le criticità che si stanno manifestando negli attuali due blocchi del centrodestra e del centrosinistra. Giannino, noto anche per l’originalità della sua visione economico-politica, illustrerà punto per punto gli elementi caratterizzanti del suo programma politico che sta richiamando l’attenzione della stampa internazionale. “Lucidità e concretezza – ha detto Oscar Giannino il cui movimento in Friuli Venezia Giulia  è già strutturato attravesro una rete di coordinatori -, sono il solo modo al quale guardare l’attuale situazione economica e politica per non farsi distrarre da elementi di emotività che rendono ardua la lettura del momento attuale e pressochè impossibile individuarne soluzioni realistiche e attuabili pena, appunto, il declino definitivo del nostro paese”. Oscar Giannino sarà a disposizione del pubblico per rispondere ad eventuali domande e aprire una discussione sul futuro del nostro paese.

facebook

Lascia un commento

1.084