Udine ospita il candidato Nobel per la pace Claudio Naranjo

claudio-naranjoÈ uno dei grandi maestri del pensiero contemporaneo: candidato al premio Nobel per la Pace 2015, propone un’alternativa per la trasformazione dell’individuo e della società, capace di portare armonia tra pensiero, emozioni e comportamento. Lui è Claudio Naranjo, psichiatra, psicoterapeuta e antropologo cileno che il 17, 18 e 19 dicembre prossimi sarà proprio a Udine per il workshop “Liberi di conoscersi”, un seminario teorico esperienziale articolato in tre parti sulla dimensione dell’amore. Il luminare sudamericano aprirà la sua visita in città con la lezione magistrale “La verità dell’arte”, in programma sabato 17 dalle 10 alle 13 al Palaindoor di via del Maglio. L’incontro, a ingresso libero, sarà introdotto dal sindaco di Udine, Furio Honsell, e dal direttore del Dipartimento di Salute mentale dell’Aas 4, Renzo Bonn. Il workshop esperienziale si aprirà domenica 18 con il modulo “La musica come veicolo verso la felicità dell’amore”, dalle 10 alle 13 nel centro congressi dell’hotel Executive, in viale Palmanova. Nel pomeriggio di domenica 18 (dalle 14.30 alle 18.30) e lunedì 19 (dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 17.30) il percorso proseguirà nelle strutture del parco di S. Osvaldo con altri due workshop dedicati al tema “L’espressione artistica come autoconoscenza” e curati da due stretti collaboratori di Naranjo, Alain Vigneau e Ginetta Pacella.

Lo stage è rivolto a chiunque sia interessato a processi di auto-conoscenza e alla crescita personale e in modo particolare agli operatori della riabilitazione psichiatrica, agli educatori e agli studenti universitari della facoltà di Scienze della Formazione e Psicologia. Il percorso si basa su esercizi introspettivi, sull’ascolto musicale e sull’esperienza artistica come auto-conoscenza. Nel corso del workshop, infatti, i partecipanti saranno portati a vivere un’esperienza artistica creativa, con l’obiettivo finale di sperimentare i fondamenti di base di un processo di comprensione della diversità dell’altro e sviluppare un nuovo punto di vista sull’amore e sulla compassione per vivere diversamente i conflitti e le diversità interpersonali.

L’iniziativa è organizzata dall’ufficio “Città Sane” del Comune di Udine e dalla Cooperativa Duemilauno Agenzia Sociale in collaborazione con il Dipartimento di Salute mentale dell’Aas 4, Itaca e il Cosm. Per i tre appuntamenti del workshop esperienziale è prevista l’iscrizione obbligatoria (il costo è di 80 euro per ciascun modulo) inviando una e-mail di adesione a: [email protected] specificando nome cognome e numero di telefono, oltre alla scelta del corso. Per informazioni è possibile contattare la Cooperativa Duemilauno Agenzia Sociale di Udine: tel. 0432-806537 — cel. 349.9216777 – mail [email protected]

 

#eventi

claudio-naranjoÈ uno dei grandi maestri del pensiero contemporaneo: candidato al premio Nobel per la Pace 2015, propone un’alternativa per la trasformazione dell’individuo e della società, capace di portare armonia tra pensiero, emozioni e comportamento. Lui è Claudio Naranjo, psichiatra, psicoterapeuta e antropologo cileno che il 17, 18 e 19 dicembre prossimi sarà proprio a Udine per il workshop “Liberi di conoscersi”, un seminario teorico esperienziale articolato in tre parti sulla dimensione dell’amore. Il luminare sudamericano aprirà la sua visita in città con la lezione magistrale “La verità dell’arte”, in programma sabato 17 dalle 10 alle 13 al Palaindoor di via del Maglio. L’incontro, a ingresso libero, sarà introdotto dal sindaco di Udine, Furio Honsell, e dal direttore del Dipartimento di Salute mentale dell’Aas 4, Renzo Bonn. Il workshop esperienziale si aprirà domenica 18 con il modulo “La musica come veicolo verso la felicità dell’amore”, dalle 10 alle 13 nel centro congressi dell’hotel Executive, in viale Palmanova. Nel pomeriggio di domenica 18 (dalle 14.30 alle 18.30) e lunedì 19 (dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 17.30) il percorso proseguirà nelle strutture del parco di S. Osvaldo con altri due workshop dedicati al tema “L’espressione artistica come autoconoscenza” e curati da due stretti collaboratori di Naranjo, Alain Vigneau e Ginetta Pacella.

Lo stage è rivolto a chiunque sia interessato a processi di auto-conoscenza e alla crescita personale e in modo particolare agli operatori della riabilitazione psichiatrica, agli educatori e agli studenti universitari della facoltà di Scienze della Formazione e Psicologia. Il percorso si basa su esercizi introspettivi, sull’ascolto musicale e sull’esperienza artistica come auto-conoscenza. Nel corso del workshop, infatti, i partecipanti saranno portati a vivere un’esperienza artistica creativa, con l’obiettivo finale di sperimentare i fondamenti di base di un processo di comprensione della diversità dell’altro e sviluppare un nuovo punto di vista sull’amore e sulla compassione per vivere diversamente i conflitti e le diversità interpersonali.

L’iniziativa è organizzata dall’ufficio “Città Sane” del Comune di Udine e dalla Cooperativa Duemilauno Agenzia Sociale in collaborazione con il Dipartimento di Salute mentale dell’Aas 4, Itaca e il Cosm. Per i tre appuntamenti del workshop esperienziale è prevista l’iscrizione obbligatoria (il costo è di 80 euro per ciascun modulo) inviando una e-mail di adesione a: [email protected] specificando nome cognome e numero di telefono, oltre alla scelta del corso. Per informazioni è possibile contattare la Cooperativa Duemilauno Agenzia Sociale di Udine: tel. 0432-806537 — cel. 349.9216777 – mail [email protected]

 

#eventi

Powered by WPeMatico

1.146