Bearzi

Udine: Resia, riapre la galleria ghiacciaia dove nacque la birra Dormisch

Invito_inaugurazione_GhiacciaiaFu scavata per ricavarne un deposito dove refrigerare la birra.  Era infatti il 1844 quando nella Resiutta asburgica imprenditori carinziani iniziarono  a produrre birra, sfruttando le ottime acque del torrente Resia. In seguito nel 1881 la  crescita, con la fabbrica di Francesco Dormisch.!
Oggi, quel cuore della montagna sul versante Nord-Est del Monte Gravizze, dove un  tempo si stoccava il ghiaccio naturale accumulato d’inverno, necessario alla conservazione della bevanda, è riportato alla luce. Un lavoro di ristrutturazione e ripristino consente di riavvolgere il nastro della storia e visitare la galleria ghiacciaia di Resiutta, fondamentale complemento della vecchia fabbrica di birra, che trovò in
questo ambiente caratteristiche speciali.!
Ricordiamo che le acque carsiche, che dalle Alpi e Prealpi Giulie af?uiscono nel torrente Resia, sono poco mineralizzate e presentano valori mediamente bassi di ioni di calcio e magnesio. Anche il ph dell’acqua è relativamente basso, quindi adatto alla fermentazione della birra, la cui industria è da sempre legata a quella del ghiaccio, che divenne ancor più fondamentale con l’introduzione della tecnica della bassa fermentazione, tra i 5 e gli o 8  gradi.!
La galleria a Resiutta venne realizzata dietro lo stabilimento, sul limite del terrazzo alluvionale sinistro del torrente Resia. La sua forma, attraverso cunicoli e strettoie, facilita la circolazione dell’aria fresca: il suo condizionamento va dal deposito di ghiaccio ai locali anteriori da rinfrescare, dov’erano immagazzinate le botti di birra.!
Nel 1891, con la realizzazione del canale Ledra, Dormisch decise di trasferire la produzione a Udine, per sfruttare la forza idrica della roggia per azionare i macchinari e dotando lo stabilimento di cantine su tre piani con refrigerazione arti?ciale ad anidride carbonica.!
La risorsa montana del ghiaccio non fu quindi più necessaria e la vecchia ghiacciaia di Resiutta restò vuota.!
Oggi, grazie ad un ?nanziamento dell’Unione Europea, la galleria è stata ripristinata, messa in sicurezza e resa fruibile al pubblico. Al suo interno moderni allestimenti espositivi illustrano la storia di questo manufatto e della fabbricazione della birra a Resiutta; forniscono anche informazioni sulle caratteristiche del territorio e di alcune specie animali legate al mondo delle cavità.!

facebook
1.335