Udine ricorda il 92. anniversario dell’Unità Nazionale

italia
Anche quest’anno la Federazione provinciale dell’Associazione combattenti e reduci, la sezione di Udine dell’Associazione nazionale Alpini e il Comune di Udine, in collaborazione con la Prefettura, organizzano giovedì 4 novembre la cerimonia per ricordare il 92° anniversario dell’Unità nazionale, giornata delle Forze Armate e del Combattente. Il programma prevede alle 17.15 la deposizione della corona al monumento alla Julia in piazzale D’Annunzio a Udine, alle 18 un momento di preghiera per i caduti con la deposizione di una corona nella cripta. A seguire ci sarà la tradizionale fiaccolata che si snoderà lungo via Poscolle, via Canciani, via Rialto e piazza Libertà, e si concluderà con la deposizione della corona al Tempietto dei caduti, i discorsi ufficiali e l’ammaina bandiera.

“Invito tutti, e in particolare gli ex combattenti della provincia e della regione a partecipare al 4 novembre – sottolinea Giuseppe Lizzi, presidente della federazione provinciale e regionale dell’Associazione combattenti e reduci – una data da non dimenticare e che ha contribuito all’Unità d’Italia e portato la democrazia e la libertà a tutti gli italiani”. Un invito ribadito anche dal sindaco di Udine, Furio Honsell: “Seppur non costituisca la naturale fine del Risorgimento, i cui valori si realizzano con la liberazione di udine dal nazifascismo e poi con il 1° giugno 1946 con il suffragio universale – sottolinea -, la giornata del 4 novembre è ricordata simbolicamente come il momento dell’Unità nazionale, un valore spesso considerato scontato, ma che invece rappresenta una lezione ancora molto attuale perché il nostro Paese e l’Europa trae il suo significato dall’essere unito nella diversità. Il miglior modo, dunque, per tutelare le diversità che compongono il nostro Paese è tutelare l’Unità nazionale”.

facebook
614