Bearzi

Udine: Scimmia Nuda Social club – il programma fino al 4 aprile 2015

La Scimmia Nuda Social ClubSeconda settimana di programmazione per il nuovo club di riferimento per la musica dal vivo in Friuli Venezia Giulia. La Scimmia Nuda Social Club si è presentato in grande stile al suo nuovo pubblico, in un padiglione 9 di Udine Fiere completamente rinnovato nel look e nella funzionalità, pronto a divenire il nuovo contenitore per la musica live e non solo, un luogo dall’imponente fascino post industriale e dall’atmosfera di un prestigioso live club del nord Europa.

Domani, martedì 31 marzo, (apertura porte ore 20:30, inizio concerto ore 21:30) si svolgerà la prima Funk Edition di questa nuova stagione con ospite d’eccezione SirJo (aka Sergio Cocchi), uno dei più brillanti interpreti funk-soul italiani. Cantautore, vocalist e pianista, SirJo guiderà il pubblico in un viaggio nella musica fatto di molti stili differenti che unito alla voce calda dal sapore soul ed ad un approccio “a 6 dita”, lo porteranno a creare canzoni ricche di feeling, come un cantastorie che ogni tanto si invola in improvvisazioni e groove che spaziano tra il minimalismo ed il funk. Sul palco assieme a SirJo (voce e piano) ci saranno Federico Missio (saxofoni), Francesco Bertolini (chitarra), Gianpaolo Rinaldi (tastiere), Lello Gnesutta (basso elettrico) e Andrea Pivetta (batteria – percussioni).

La “Frontera”, nel Medioevo, era il confine reale e metaforico fra il mondo cristiano e quello arabo. Oggi, La Frontera è un ensemble di musicisti che dal 2000 svolge un intenso studio delle tradizioni musicali del Mediterraneo, alimentando così un ricco repertorio in continua evoluzione. Giovedì 2 aprile, (apertura porte ore 20:30, inizio concerto ore 21:30), il quartetto presenterà in anteprima per il pubblico della Scimmia Nuda Social Club il suo ultimo lavoro “Mistral”. Un tema tradizionale sefardita che si avvolge in ritmi flamenco-funky, un sincretico biglietto da visita per una band che ha scelto di unire e fondere le esperienze musicali e culturali di ciascuno dei suoi componenti in “Mistral”. Flamenco, musica araba classica, musica ottomana, andalusa, sefardita e composizioni originali. Nei dieci brani del nuovo cd “Mistral” soffiano i venti della fisarmonicista e cantante francese Miranda Cortes, il pathos della chitarra flamenco di Michele Pucci, la viola e il violino del cantaor Michele Sguotti, le variegate percussioni etniche di Lorenzo Abu Gasperoni.

Venerdì 3 aprile, il Social Club ospiterà il ritorno in Italia, a due anni e mezzo dall’ultima apparizione, degli Zun Zun Egui, band di base a Bristol che ha fatto della multiculturalità la propria cifra estetica e stilistica: il cantante (quel Kushal Gaya anche all’opera nei Melt Yourself Down) è originario delle Isole Mauritius; la tastierista, Yoshino Shigihara, arriva dal Giappone.
Gli Zun Zun Egui presenteranno in tour il nuovo album “Shackles’ Gift”, uscito in questi giorni sulla prestigiosa Bella Union (etichetta di Robin Guthrie e Simon Raynonde de Cocteau Twins) e prodotto da Andrew Hung dei Fuck Buttons. Sarà un live pirotecnico, imprevedibile e colorato e un effervescente ibrido sonoro, che miscela blues e maghreb, art-rock e sincopi funk, riff hendrixiani e ganci melodici irresistibili, richiami alle antiche Indie e passi di danza forse di moda nella foresta nera africana.

Sabato 4 aprile sarà invece il jazz a farla da padrone con 4 grandi nomi della scena nazionale: Glauco Venier (piano) e Alfonso Deidda (sax alto), in quartetto con Alessandro Turchet (contrabbasso) e Luca Colussi (batteria). Segue l’aftershow di One Eyed Jack che per la sua Easter Edition vedrà protagonisti in console Fabio Della Torre della Bosconi Records e Max D. Blas, resident dj di Altavoz, uno degli eventi di musica elettronica più innovativi e di maggior successo in Italia degli ultimi anni.

I concerti inizieranno alle ore 21:30 (porte aperte dalle 20:30) e i biglietti saranno acquistabili direttamente all’ingresso del club le sere dei concerti. Tutte le info su www.lascimmianuda.it

facebook
779