Udine

Udine: sciopero dei lavoratori della grande distribuzione – 7 nov 2015

sciopero Cresce la mobilitazione dei lavoratori della grande distribuzione organizzata in vista dello sciopero proclamato per sabato dai sindacati di categoria di Cgil, Cisl e Uil. In provincia di Udine, fanno sapere le segreterie provinciali di Filcams, Fisascat e Uiltucs, sono più di 2.500 i lavoratori che hanno partecipato alle assemblee. Numerose sono state anche le altre forme di informazione e sensibilizzazione dei lavoratori e dei consumatori, anche se poco agevolate dalle aziende, che nel caso di alcune catene distributive hanno invitato i sindacalisti a volantinare fuori dai negozi.
L’appello ai lavoratori non è soltanto ad aderire allo sciopero di sabato (7 novembre), ma anche di partecipare in modo massiccio al presidio che i sindacati terrannodalle 10 alle 13, sempre sabato, al centro commerciale Città Fiera di Torreano di Martignacco.

Con questo slogan Filcams cgil, Fisascat cisl e Uiltucs della Provincia di Udine, le 3 categorie che seguono il settore, a dieci giorni dall’inizio del ciclo di assemblee che sta interessando le aziende aderenti a Federdistribuzione e le cooperative di distribuzione in vista dello sciopero unitario nazionale previsto per sabato 7 novembre, hanno già raggiunto ed informato più di 2500 lavoratrici e lavoratori del settore per illustrare le motivazioni che hanno portato alla rottura
delle trattative ed alla proclamazione dello sciopero.
A pochi giorni dallo sciopero sale anche la tensione nelle Imprese, mai come in questi giorni impegnate in un’intensa campagna di controinformazione/disinformazione con comunicati, volantini, addirittura riunioni con le Lavoratrici ed i lavoratori ad opera di Responsabili di negozio o di Capi Settore.
Aumenta anche l’attività “investigativa” di molte Imprese per capire quante persone aderiscano allo sciopero e, quindi, organizzarsi se non provare a dissuadere.
Questi atteggiamenti, senza mai entrare nel merito delle questioni e culminati con l’invito rivolto ai Dirigenti Sindacali impegnati in un volantinaggio informativo ad uscire da alcuni negozi di importanti catene distributive, rafforzano le nostre ragioni, consolidano la convinzione nelle lavoratrici e nei lavoratori, alimentano un clima di tensione ottenendo però proprio l’effetto contrario a quanto desiderato dalle Imprese.
Le lavoratrici ed i lavoratori del comparto non sono più disponibili a credere a qualsiasi cosa venga loro detto, soprattutto se proviene da fonti aziendali, hanno assieme a noi discusso nelle assemblee, hanno voluto capire, conoscere, realizzare quanto sia importante l’adesione allo sciopero e la partecipazione al PRESIDIO che si terrà SABATO 7 NOVEMBRE dalle ore 10.00 alle ore 13.00 presso il CENTRO COMMERCIALE CITTA’ FIERA di Martignacco.
Le Lavoratrici ed i lavoratori non sono un costo ma il vero valore di un’ Impresa con la loro passione, professionalità, competenza, disponibilità e senso del dovere.

facebook
696