Udine: sono arrivati i soldi per riqualificare il centro storico

Udine_Via_Mercatovecchio_RiscalataPrimo gennaio 2016. Ora c’è una data certa a partire dalla quale si inizieranno finalmente a vedere concretamente i risultati dei circa 3 milioni di euro di fondi Pisus che la Regione Fvg ha concesso al Comune di Udine per la riqualificazione del centro storico cittadino.

Con un protocollo d’intesa tra Comune e Regione, il cui testo è stato approvato ieri, 18 febbraio, dalla giunta di palazzo D’Aronco, infatti, sono stati definiti gli ambiti di intervento e le tempistiche con cui l’amministrazione Honsell investirà i finanziamenti regionali espressamente riservati al rilancio e alla riqualificazione del centro.

“Finalmente – dichiara soddisfatto l’assessore comunale alle Attività economiche e turistiche, Alessandro Venanzi – possiamo iniziare a pensare concretamente alle tante iniziative ed opportunità che i finanziamenti regionali per il centro storico potranno comportare. Da qui all’inizio del prossimo anno, data di partenza dei lavori, ci potremo quindi concentrare su tutti gli aspetti di condivisione dei progetti e del cronoprogramma, sull’apertura dei bandi di gara e di affidamento dei lavori. Obiettivo – prosegue – è riqualificare e rendere maggiormente attrattivo il centro storico con opere e azioni di marketing legati a turismo e alla valorizzazione del patrimonio culturale cittadino. Da qui, dunque, il via a un percorso di condivisione con le categorie economiche e con l’associazione UdineIdea nata nel 2012 proprio con questa finalità”.

Tre, lo ricordiamo, gli ambiti in cui verranno utilizzati i fondi che ammontano a circa 3 milioni di euro. Fondi che il Comune di Udine incrementerà con uno stanziamento di 1 milione e 800 mila euro, da impiegare, così come previsto dal bando Pisus, sempre per il rilancio del centro storico, pena il ritiro dei fondi concessi. Un primo filone riguarderà la realizzazione di opere pubbliche come ad esempio opere di pedonalizzazione e di miglioramento dell’accessibilità del centro storico, interventi di sicurezza stradale, realizzazione dei marciapiedi e piste ciclabili, potenziamento delle stazioni di bike-sharing e posizionamento di stazioni di car-sharing e molto altro ancora. Senza contare le opere inserite sempre nell’ambito di finanziamento Pisus, ma già realizzate come, ad esempio, la sistemazione di piazza Matteotti, dei giardini del Torso e di largo dei Pecile.

Un secondo filone di interventi, invece, riguarderà espressamente la creazione del centro commerciale naturale con azioni di marketing urbano legato specificamente a turismo e patrimonio culturale.

Ultimo, ma non certo in ordine di importanza, l’ambito di intervento dedicato appositamente alle imprese con l’erogazione di incentivi economici dedicati ad attività commerciali, artigianali e di servizi. Interventi questi ultimi condivisi con la Camera di Commercio e, più in generale, con le associazioni di categoria e con l’associazione UdineIdea, nata proprio con l’obiettivo di rilanciare il centro storico.

2.598