Bearzi

Udine: teatro, inaugurato l’archivio Castiglione

Tavolo relatoriRodolfo Castiglione, nei suoi sessant’anni di attività in ambito teatrale e culturale, ha conservato atti, documenti, testi, nastri registrati, film e fotografie relative alla storia del Teatro, del Cinema e della Cultura regionale – e in particolare udinese – del Novecento. Alcuni anni fa, “l’uomo chiamato Teatro”, protagonista della vita culturale del capoluogo friulano dal Novecento fino ai primi anni del nuovo Millennio, ha voluto donare il proprio archivio all’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia, struttura da lui fondata e diretta per oltre trent’anni, perché fosse conservato e catalogato, ma soprattutto per renderlo fruibile e consultabile da studiosi e da tutte le persone interessate. Il lavoro di catalogazione è ancora in corso e si protrarrà nel tempo, ma oggi l’Archivio Rodolfo Castiglione, sito al piano terra della sede dell’ERT in via Marco Volpe a Udine, è stato inaugurato nel corso di una cerimonia ufficiale e aperto al pubblico.

Al taglio del nastro erano presenti, oltre a Rodolfo Castiglione, il sindaco di Udine, Furio Honsell, e l’assessore regionale alla Cultura, Gianni Torrenti, oltre a rappresentanti delle principali associazioni culturali cittadine e regionali.

I materiali conservati nell’Archivio seguono il percorso storico che si snoda dagli anni Dieci del Novecento fino al 2007, rappresentando quindi cent’anni di storia del Friuli e della nostra regione, narrati attraverso il teatro e la cultura. Dalle filodrammatiche attive nel Ventennio fino alla fondazione del Teatro Sperimentale Udinese nell’immediato Dopoguerra, dalla nascita nel 1948 del Gruppo Amatori d’Arte Drammatica “Piccolo Teatro della Città di Udine” che, con Rodolfo Castiglione nel ruolo di regista, si aggiudicò per ben due volte il primo premio al Festival Nazionale dei GAD di Pesaro, fino alla creazione del Teatro Club Udine, dall’ideazione e alla creazione dell’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia fino dalla prima edizione del Palio Studentesco Città di Udine nel 1972, non c’è stato avvenimento teatrale a Udine che non abbia avuto per protagonista Rodolfo Castiglione.

L’Archivio – nel quale sono confluiti anche altri fondi documentali provenienti, tra gli altri, dall’archivio teatrale di Ciro Nigris, fondatore del Teatro Club Udine e suo presidente per molti anni – si compone di oltre 11.000 materiali suddivisi in recite e calendari (gli strumenti di lavoro degli operatori teatrali, attraverso i quali è stato possibile collocare cronologicamente i materiali), volumi, riviste e copioni originali (oltre 3.500, dal 1882 fino agli anni Duemila), fotografie di scena delle compagnie locali, degli ospiti delle stagioni di prosa, del Palio Teatrale; manifesti, locandine, articoli di giornali d’epoca, epistolari; e ancora, quadri, diplomi, disegni, targhe, medaglie e registrazioni audio e video, tra le quali spicca la recita della Locandiera di Goldoni allestita per il Festival di Pesaro del 1964. Di particolare pregio sono anche le 11 maschere di Commedia dell’Arte, creazioni originali di Amleto e Donato Sartori, autori delle maschere indossate per gli spettacoli di Giorgio Strehler, Gianfranco De Bosio, Jacques Lecoq e Ferruccio Soleri.

Come detto il lavoro di catalogazione proseguirà nel tempo ma è già possibile consultare l’Archivio Rodolfo Castiglione su appuntamento, chiamando l’ERT ai numeri 0432/224211-88.

facebook
594