Udine: traffico di cuccioli, sequestrati cinque pastori caucasici; erano disidratati

37 marzo 2014 –  Verso le ore 20.10 di ieri, 06 marzo 2014, nel corso di mirati servizi volti al contrasto del fenomeno del traffico internazionale di animali domestici, una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Palmanova(UD) presso l’area di servizio di Gonars nord,  attirati dai guaiti di alcuni cani trasportati all’interno di un rimorchio ucraino, fermava e controllava un complesso veicolare composto da un furgone con targa polacca ed appunto un rimorchio con targa ucraina, condotta da K. V di anni 37 cittadino ucraino.

Una volta aperto il telone del rimorchio, gli operatori constatavano che al suo interno vi erano cinque cuccioli di pastore caucasico, dell’età di settanta giorni, privi di profilassi di vaccinazione antirabbica e lasciati “liberi” all’interno del piccolo trailer, peraltro privo di idonee strutture che ne potessero garantire l’incolumità e/o un’idonea igiene.
Gli accertamenti conseguenti volti alla verifica della documentazione accompagnatoria, eseguita con l’ausilio del veterinario dell’ A.S.S. nr. 5” Bassa Friulana”, evidenziava che i cuccioli dell’età appunto di 70 giorni, erano già provvisti di microchip identificativo e sottoposti a profilassi antirabbica, ma presentavano sintomi di disidratazione, atteso che all’interno del rimorchio non era disponibile acqua e alimenti.
Visto quanto sopra gli operatori contestavano al conducente/proprietario del complesso veicolare la violazione dell’art 544 ter C.P. ( maltrattamenti) e dell’art. 4 della Legge 201/2010 ( introduzione illegale nel T.N. di cuccioli entro i limiti di età), segnalandolo alla Procura di Udine con relativa denuncia a piede libero.
I cuccioli in parola sono stati sequestrati ed affidati ad una struttura idonea che ne garantista la custodia temporanea in attesa di determinazioni da parte della Procura.

2 1

DSCF6030

764