Bearzi

Udine: ubriaco non si ferma all’alt e fugge nel bosco

polizia_volante
12 Agosto – Una pattuglia gli intima l’alt per un normale controllo, lui finge di accostarsi ma poi si dà alla fuga. L’episodio è avvenuto ieri sera lungo la provinciale 49 “Osovana”, in provincia di Udine. Il protagonista, un uomo di 43 anni, D.G., di Osoppo (Udine); é stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto dell’accertamento dello stato di ebbrezza, oltre alle violazioni amministrative dell’inottemperanza all’invito a fermarsi e alla guida con tasso alcolemico superiore al consentito. Notata la paletta dell’agente della polizia locale di Pagnacco, l’uomo ha fatto un cenno con la mano e ha rallentato, apparentemente intenzionato a fermarsi. Poi però ha ripreso la corsa, urtando lo specchietto destro contro la paletta dell’agente, che è stato costretto a fare un balzo all’indietro per evitare di essere investito. Ne è scaturito un inseguimento terminato in un tratto di sterrato a Modoletto. L’uomo è sceso dall’auto barcollando e si è scusato per l’accaduto, ma quando la pattuglia ha chiesto l’ausilio della Stradale per sottoporlo all’alcoltest, è scappato a piedi nel bosco urlando “provate a prendermi adesso se ci riuscite”. Nella fuga, l’uomo ha lasciato il portafoglio e i documenti di guida sul cofano dell’auto degli agenti. La sua auto è stata posta sotto sequestro.

facebook

Lascia un commento

446