Udine: uomo chiama il soccorso alpino poi si salva da solo

foto011Udine, 29 maggio – Le squadre della stazione di Gemona del del Cnsas di Gemona, insieme agli uomini del Soccorso alpino della Guardia di Finanza di Tolmezzo e della Forestale, sono stati impegnati, questo pomeriggio, nelle ricerche di un ventinovenne di Tarcento, Giuseppe Martinelli. L’uomo, dopo essere stato sorpreso da un temporale mentre stava salendo un sentiero naturalistico che porta al Gran Monte, si è spaventato è ha chiesto aiuto con il telefono cellulare. Sono da poco passate le 13 e la macchina dei soccorsi si mette in moto. Per primo interviene l’elisoccorso del 118 che, dopo aver sorvolato la zona, fa salire a bordo il tecnico del Soccorso alpino e si rimette alla ricerca del disperso, senza risultati. A quel punto l’elisoccorso rientra e partono le squadre del Soccorso alpino, che perlustrano la zona di Tanamea. A supporto c’è anche un elicottero della Protezione civile regionale. I soccorritori battono tutti i sentieri di quell’area, spingendosi fino ai margini del territorio sloveno. Di Martinelli però, nessuna traccia. Finché l’uomo, da solo, poco dopo le 17, spunta dalla strada forestale imboccata al mattino. E mentre alcuni volontari del Cnsas stanno ancora battendo i sentieri del Passo Tanamea, Martinelli è già arrivato alla sua auto.

Un episodio che ha spunto il Cnsas a raccomandare agli escursionisti maggiore attenzione: «Per andare in montagna bisogna partire di buon ora, accertandosi delle condizioni meteo – affermano dalla Stazione di Gemona del Soccorso alpino – Non si può uscire allo sbaraglio».

Lascia un commento

393