Udine: uomo si distende in strada per protesta. In carcere tunisino minaccia suicidio

polizia_volanteInvalido, senza una gamba, persa per l’uso di un farmaco importato dagli Stati Uniti negli anni ’60, senza sussidi, costretto a occuparsi di una madre invalida e di una figlia dodicenne, un udinese di 50 anni si e’ disteso stamattina in mezzo alla strada, davanti all’ingresso della Prefettura a Udine. La sua protesta ha attirato l’attenzione dei passanti che hanno segnalato l’accaduto alla Questura. Sul posto le Volanti e la Digos che hanno convinto l’uomo a rialzarsi. Disperato, L’uomo ha anche tentato di buttarsi nella roggia. Solo il colloquio con gli agenti e una funzionaria della Prefettura, che hanno ascoltato il suo sfogo, gli ha consentito di calmarsi e tornare a casa.

Un detenuto di origine tunisina, H.B., 25 anni, ha minacciato di gettarsi da un muro alto otto metri, su cui si era arrampicato, per protesta contro la propria reclusione. L’episodioe’ avvenuto nel pomeriggio, all’interno della casa circondariale del capoluogo friulano. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco assieme agli agenti di Polizia penitenziaria di Udine, che hanno convinto il detenuto a desistere dal gesto di protesta.

350