Udine: utente ci scrive, “Nessuno controlla i decibel, ma massima attenzione al gracidio delle rane”

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di protesta di una cittadina

 

Mercoledì 11 Luglio: NOTTE BIANCA

Venerdì 13 Luglio: CONCERTO CORMOR
Sabato 14 Luglio: CONCERTO ROCK CORMOR (fino alle 3 del mattino)
Domenica 15 Luglio: CONCERTO IN CASTELLO
Nessuno controlla i i decibel, nessuno controlla gli orari!
Questa è la Udine auspicata dal sindaco che non vuol farne una città morente.
Caro sindaco, lei dove abita?
Si è fatto eleggere promettendo ai cittadini di eliminare le zanzare ma, non essendoci riuscito, EUREKA!, ha pensato di risolvere il problema tagliando gli alberi.
Ora, per far vivere la città, la vuol trasformare in un luna-park notturno (ci metta anche il burlesque).
La città non vive di notte ma muore di giorno per l’assenza di parcheggi, di autobus e di verde.
Udine è una città del Nord, abitata prevalentemente da Friulani che la mattina si alzano e vanno a lavorare!
Aggiungo questo episodio grottesco, inverosimile: il 24 Giugno 2008, all’una di notte, una pattuglia di polizia si è presentata a casa mia per il gracidare di una rana che aveva scelto temporaneamente il mio giardino e che disturbava i sonni di una vicina di casa (controllare il verbale).
Che sollecitudine in tale intervento, ma per controllare decibel e orari dei vari concerti non ci sono né i mezzi né le pattuglie!
CARO SINDACO, CI LASCI IN PACE.
Bruna Volpe

Lascia un commento

514