Bearzi

Udinese-Arsenal: Floro Flores out, incognita caldo sulla partita

cover ritorno udinese arsenalMancano due giorni alla partita della verità. Si avvicina Udinese- Arsenal dopo lo 0-1 del ritorno. Rimonta molto difficile visto che l’Uidnese dovrà prestare il fianco ai contropiedi dei gunners che oltretutto recupereranno davanti la classe di Van Persie ma hanno perso un altro difensore centrale infortunatosi nel match di sabato contro il Liverpool. Probabile, visto il quasi sicuro forfait di Floro Flores che ha subito una ricaduta del problema muscolare accusato dieci giorni fa, che la formazione che proporrà Guidolin sia la stessa vista all’andata. Difesa a 4 con Ekstrand a destra, Benatia e Danilo centrali, Neuton a sinistra (con Pasquale a insidiargli il posto). Badu opererà da schermo davanti alla difesa con Asamoah e  Pinzi centrali di centrocampo e le frecce Isla e Armero a volare sulle fasce a sostenere l’unica punta Di Natale. Da valutare anche la posizione di Pinzi che nel secondo tempo a Londra si è spostato anche 20 metri più avanti ad aiutare Di Natale in posizione di trequartista “da pressing”.

L’Udinese, formidabile in contropiede, si troverà nella non comune condizione di dover creare gioco avendo davanti una squadra che potrà gestire il vantaggio e agire a sua volta in contropiede. Probabile che Wenger prediliga una linea di centrocampo molto bassa con l’opportunità di innescare velocemente (giocherà Nasri?) Walcott, Gervinho e Van Persie una volta recuperata la palla. L’Udinese si trovò a gestire una situazione simile nello “spareggio” contro la Lazio e in quella situazione i biancocelesti si suicidarono concedendo numerose giocate in velocità a Sanchez (zoppo su una gamba)-Isla-Di Natale giocando con una difesa molto alta. Difficile che mercoledì possa succedere di nuovo.

Per l’Udinese dunque doppia difficoltà: attaccare e mantenere gli equilibri tanto più che l’Arsenal ha già dimostrato di fare malissimo in contropiede e solo Handanovic e la sufficienza di Walcott hanno impedito il raddoppio dell’Arsenal all’Emirates Stadium. Per tentare di mantenere gli equilibri possibile che Guidolin affidi alle fasce il compito di martellare la difesa con un centrocampo più “conservativo”. Questo ovviamente stante il risultato dell’andata. Un gol, da una parte o dall’altra, cambierà evidentemente l’assetto tattico.

Aldilà degli schemi e delle tattiche, della classe dei giocatori e dell’arbitraggio l’elemento decisivo della partita potrebbe essere il grande caldo che avvolgerà lo stadio Friuli. L’Udinese sarà più abituata (relativamente però) visto che questa situazione africana insiste da quasi una settimana contro le poche ore che avranni londinesi per adattarsi a uno sbalzo di temperatura di 10 gradi rispetto al clima british che avvolge sempre Londra. Allo stadio Friuli mercoledì si giocherà con temperatura intorno ai 25°

facebook

Lascia un commento

266