Webcam

armero testaL’Udinese, priva di Sanchez, non va oltre lo zero a zero contro il Brescia di Iachini. Un punto che tiene vivo il sogno europeo. Domenica primo spareggio per l’Europa League contro il Palermo

curva nord udinese ultrasguidolin salutaiachiniarmerodenis smorfiaasamoahdi natale scattadenis trattenutoarmero contrastodenis anticipohandanovic parataguidolin indica la stradadenis sforzoabdiinlerdi natale sforzo

Udinese (3-5-2). Handanovic; Benatia, Zapata, Domizzi; Isla, Pinzi, Inler (31’st Abdi), Asamoah, Armero; Denis (24’st Corradi), Di Natale. (A disposizione: Belardi, Coda, Pasquale, Cuadrado, Badu). All. Guidolin.

Brescia (4-4-1-1). Arcari; Zebina, Bega, Zoboli, Zambelli; Konè, Zanetti, Filippini (32’st Vass), Berardi; Diamanti (12’st Eder); Caracciolo. (A disposizione: Leali, Mareco, Accardi, Baiocco, Lanzafame). All. Iachini.

Arbitro. Bergonzi di Genova (Niccolai e Papi – IV° uomo: Giacomelli).

Note. Ammoniti: Zebina, Konè, Zanetti, Domizzi e Pinzi. Angoli: 3-1 per l’Udinese. Recupero: 1’ e 5’.

UDINE. Termina 0-0 il match del “Friuli” tra l’Udinese e il Brescia di Iachini. I friulani ci hanno messo cuore e anima, ma non sono riusciti a piegare la resistenza della formazione lombarda.

La prima occasione del match è del Brescia, al 5’, quando Diamanti, appena dentro all’area di rigore, non trova, con il suo mancino a giro, lo specchio della porta. Ben più pericolosa, invece, è l’Udinese, al 12’, quando su uno schema da calcio da fermo Denis calcia a colpo sicuro, Arcari si oppone alla grande, la palla torna a “El Tanque” che incoccia il palo prima che Asamoah venga murato da un difensore ospite alla disperata e Domizzi calci alto. Passano nove minuti e, questa volta, è Bega in extremis a dire di no al sinistro di Inler, ma al 32’ è il Brescia ad andare vicinissimo al vantaggio quando Caracciolo, lanciato in profondità, tocca per Filippi che, solo, dall’altezza del dischetto del rigore mette clamorosamente a lato. Quindi sono i friulani ad avere la palla buona per passare quando, siamo al 42’, Inler pesca in profondità Di Natale che vola verso Arcari, ma all’ultimo viene disturbato quel tanto che basta da Bega per non siglare l’1-0.

La ripresa si apre senza cambi e al 51’, dopo un’ottima uscita di Handanovic, Denis ha sul destro la chance per mandare in vantaggio la squadra di Guidolin, ma la sua conclusione termina alta prima che Di Natale incroci troppo il tiro e la sfera si spenga sul fondo. Al 17’, poi, Bergonzi prima concede, e poi torna sui suoi passi, un penalty all’Udinese un minuto prima che Isla da buona posizione non riesca a crossare per Denis. 180 secondi dopo è Zebina a girare oltre la trasversale una punizione di Eder, subentrato a Diamanti, e all’80’ esatto un bel velo di Di Natale smarca Benatia, ma il sinistro del franco-marocchino non è preciso. Ha del pazzesco, a livello di sfortuna, quello che accade all’84’ quando Arcari esce male, la palla arriva a Di Natale che, a porta vuota, calcia, ma trova incredibilmente Zoboli a salvare sulla linea. Quindi, all’89’, il portiere lombardo non si fa sorprendere su una punzione del capitano bianconero. E non bastano nemmeno i cinque minuti di recupero per piegare la resistenza del Brescia. Finisce 0-0.

fonte udinese.it

facebook

Lascia un commento

1.052