Udinese Cagliari sabato 21 dicembre 2019

Ecco le parole del tecnico Luca Gotti nel corso della conferenza stampa alla vigilia dell’incontro casalingo contro il Cagliari.

Quella di domani con il Cagliari è una gara solo da vincere…
Sicuramente c’è bisogno di punti, perché una classifica serena mette in condizione i giocatori di lavorare meglio. Ciò che più conta però, mancando ancora 23 partite, è che la squadra segua un percorso virtuoso in tutto questo arco di tempo.

Ekong sta attraversando un momento delicato. Verrà preservato o avrà ancora fiducia?
I giocatori non sono caratterialmente tutti uguali, la sensibilità dell’allenatore sta nel trovare volta per volta la soluzione più adatta. Ekong penso abbia ancora bisogno di questa fiducia.

Il Cagliari risentirà della sconfitta con la Lazio?
È una squadra che ha cambiato dimensione, si è dotata di giocatori di levatura superiore rispetto alle scorse stagioni e ha ottenuto 13 risultati utili consecutivi che le hanno dato forza e consapevolezza, ma anche grandi aspettative. Da questo punto di vista potrebbe forse risentire di come si è concluso il match contro la Lazio.

L’Udinese dà l’impressione di non riuscire a esprimere a pieno le proprie qualità: perché?
Credo che a questa squadra, per ciò che ha espresso in campo, manchino 3-4 punti che sarebbero la differenza tra l’attuale classifica e una situazione più serena.

Con quali tempistiche Pussetto può essere reinserito nell’undici titolare?
Pussetto si sta allenando con continuità e si sta avvicinando ad avere i 90 minuti nelle gambe. Nel gruppo degli attaccanti è quello che può essere più facilmente adattato alla posizione esterna.

Un solo gol e un assist finora per De Paul…
Per Rodrigo questo avvio di campionato è stato senza dubbio condizionato dall’espulsione subita contro l’Inter e la relativa squalifica per tre giornate. In più, nelle prime partite il suo ruolo cambiava tra centrocampo e attacco a seconda delle necessità del momento. Ora è stabilmente nel cuore del centrocampo, un po’ più distante dalla porta e all’interno di una costruzione di gioco più di squadra: questo toglie qualcosa dal punto di vista delle statistiche, ma non al valore del giocatore.

Quanto pesa la difficoltà di andare in gol anche da parte di Okaka?
Stefano ha 30 anni è un giocatore più maturo e sta interpretando il suo modo di giocare a calcio in maniera differente: non solo alla ricerca del gol, ma molto più a servizio dei compagni.

Il centrocampo ha sofferto negli ultimi mesi. Serviranno innesti nelle corsie laterali durante il mercato invernale?
Se tutta la rosa fosse sempre a mia disposizione no. Questo però non è mai successo e ci siamo trovati un po’ in emergenza. Faremo le dovute valutazioni insieme al club.

Jajalo e Sema possono far parte dell’undici di partenza?
Entrambi si sono allenati con la squadra tutta la settimana, e quando questa condizione si verifica è molto probabile che un giocatore possa partire titolare. Sulla tenuta fisica dopo un mese di assenza le risposte può darle il campo.

1.122