telegram

Udinese: campionato finito per Coda. Difesa a 4 o a 3?

udinese-chievo-3Che fosse qualcosa di grave si era capito fin da quando si era visto Andrea Coda, centrale difensivo dell’Udinese, contorcersi a terra dal dolore tenendosi il ginocchio: il reponso medico è  distorsione del ginocchio destro con lesione importante al legamento collaterale mediale, che però non necessita di trattamento chirurgico. Il giocatore dovrà portare un tutore immobilizzante per circa quattro settimane, ma la prognosi potrà essere meglio definita tra 20 giorni, quando si effettueranno nuovi accertamenti di controllo.Ovvero campionato finitoQuindi dopo il riferimento del centrocampo, D’Agostino, ora l’Udinese perde anche quello che è stato il baluardo difensivo di questo campionato. Una difesa già sotto accusa visto l’altissimo numero di gol subiti (4^ peggiore difesa del torneo) e che ora perde uno dei due centrali difensivi titolari. L’Udinese ha trovato mercoledì sulla strada  col Chievo la soluzione Ferronetti che non ha steccato la sua prima partita da centrale in una difesa a4. Ora Marino si troverà con il ballotaggio Ferronetti-Lukovic, con li primo che bisongnerà vedere se è pronto a sostenere un altra aprtita da titolare solo 3 giorni dopo il rientro e il secondo in una preoccupante involuzione tecnina e mentale che ne sta minando il rendimento. In più ai box c’è Domizzi che potrebbe essere nuovamente disponibile a breve termine.

C’è un ma. E se Marino tornasse alla difesa a 3? In questa seconda gestione del tecnico siciliano i bianconeri hanno giocato a 3 dietro nella partita contro l’Inter perdeno 3-2 ma facendo un ottimo match, forse il migliore dal ritorno del profeta di Marsala. Il ritorno al 343 permetterebbe l’avanzamento di Isla a centrocampo (con l’ipotesi Cuadrado) a destra e di Pasquale a sinistra. I tre difensori dietro dovrebbero essere Zapata, Lukovic e Ferronetti in attesa del rientro di Domizzi. Il serbo in particolare aveva espresso il meglio del suo rendimento proprio nella difesa a 3 del primo anno di gestione Marino anche se fu proprio Lukovic a “bucare” la partita con l’Inter. Una soluzione che in questa prima fase non vedrebbe alternative in panchina fino al rientro di Domizzi ma che potrebbe permettere di sviluppare un gioco più arioso sulle fasce vista la cronica difficoltà di supportare l’attacco dei bianconeri. A rimetterci il posto sarebbe probabilmente il generoso Sammarco.

299