Telegram

Udinese – Chievo 1-2: bianconeri fuori dalla Coppa Italia. Le Pagelle

guidolinPrima della partita si fantasticava su un’Udinese ancora in corsa per tutte e tre le competizioni stagionali, campionato, Europa League e Coppa Italia. Da stasera ne rimangono due sole, visto che il Chievo ha vinto sul terreno dello stadio Friuli, garantendosi così il passaggio al turno successivo. L’incontro nasce male, con il gol dell’ex segnato da Sammarco su un raro svarione difensivo di Danilo. Per pareggiare l’Udinese ci mette impegno, ma ce la fa soltanto a pochi minuti dalla fine, con un eurogol di Di Natale su punizione. Quando ormai i supplemetari sembrano scontati Thereau raddoppia, abortendo i sogni di triplete dei tifosi bianconeri

HANDANOVIC, 6,5: difficilemente imputabile sui due gol, ritrovandosi sempre da solo con l’attaccante clivense. Buoni interventi di contorno

EKSTRAND, 5,5: in crescita rispetto alla fase iniziale della stagione, ma la rete del raddoppio arriva dalla sua zona, dove inspiegabilmente era assente

DANILO, 6: sufficiente, ma partita nettamente al di sotto del suo livello

FERRONETTI, 5,5: la difesa ha ballato un po’ troppo, e le responsabilità in questi casi si condividono solidalmente.

Dal 75′ TORJE, 5: non ha avuto molto tempo per dimostrare qualcosa, ma doveva dare di più, considerando che per la prima volta veniva schierato nella posizione che preferisce

PEREYRA, 5: una sgroppata grazie alla quale si conquista un fallo. Prima e dopo poca roba.

Dal 46′ BASTA, 6: ci mette il passo e la voglia che tutti abbiamo imparato ad apprezzare

ABDI, 5: è in partite come queste che, dopo un anno e mezzo a Udine, dovrebbe dimostrare quanto vale. Oggi non c’ha nemmeno provato

SISSOKO, 5: il giudizio è condizionato dal fatto che oggi fosse al battesimo, altriomenti avrebbe potuto essere anche più severo

FERNANDES, 5,5: il sostituto di Asamoah segue l’inerzia dei suoi compagni di squadra. Speriamo che per la trasferta di Genova sia maggiormente incisivo

PASQUALE, 6: volenteroso e ordinato, fra i migliori (se l’aggettivo può essere speso in casi come questi) in campo

FABBRINI, 5,5: migliorato nella resistenza e nella corsa, ma ancora troppo egoista e prodigo di tocchi.

Dal 46′ FLORO FLORES, 5: non è di certo entrato in campo con la mentalità necessaria in queste occasioni

DI NATALE, 7: corre molto più del solito e si danna per cercare la rimonta, che in parte raggiunge quasi da solo per merito di un gol da cineteca

facebook

Lascia un commento

490