Udinese: ciao Asa e Isla, ora toccherà ad Armero; Viviani nuovo vice di Guidolin

14 giugno 2012 – Rimangono solo i dettagli da definire per il passaggio di Isla e Asamoah al bianconero della Juventus. Fra oggi e domani i due dovrebbero sostenere le visite mediche per poi accasarsi a Torino. Non è ancora del tutto chiarita la contropartita che arriverà all’Udinese: si parla di una cifra che oscilla fra i 30 e i 35 milioni in due anni e che potrebbe prevedere anche delle contropartite tecniche (si parla del solito Marrone). Ai due giocatori sarebbe stato garantito un ingaggio da 1,7 milioni a stagione.

Nel frattempo la società ha messo sottocontratto un altro viceallenatore: si tratta di Fabio Viviani reduce dall’esperienza al Grosseto ed ex giocatore del Vicenza dei miracoli di Guidolin che vinse la coppa Italia nel 97 e raggiunse la semifinale di Coppa delle Coppe contro il Chelsea che vedeva Zola, Vialli e Di Matteo in maglia blues.

Una società sempre più Guidolincentrica che lo scorso anno reingaggiò anche il suo vice a Udine nel 99, Maurizio Trombetta. Un rafforzamento dello staff tecnico che significa sicuramente progettualità. Progettualità che andrà però di pari passo con la campagna acquisti di quest’estate. Partiti Isla e Asamoah ci sono altri giocatori sul piede di partenza: Armero sembra destinato a lasciare Udine e, dopo la chiusura della trattativa per le due mezzale ora l’esterno sinistro sarà il prossimo friulano a essere sistemato fuori da Udine. La destinazione che sembra al momento più possibile è quella di Napoli dove sarebbe riscoppiato anche l’interesse per Benatia che a gennaio sembrava già destinato al PSG ma che alla fine potrebbe anche restare visto l’emoraggia di giocatori che stanno lasciando il Friuli.

Ancora alla finestra Samir Handanovic; si parla della solita Inter che però dovrà liberarsi di Julio Cesar che vanta un ingaggio di 4 milioni di euro.

Rimangono poi in sospeso i destini di Floro Flores, Barreto, Pasquale, Abdi e Battocchio.

 

Lascia un commento

322