Bearzi

Udinese: Delneri “Sudore e fatica per dimostrare che valiamo”

 

delneri udinese itInizia la stagione 2017/18 e Delneri ha rilasciato la prima conferenza stampa toccando tutti gli argomenti caldi del momento

THEREAU: potrebbe essere spostato più in avanti come avevamo anticipato nel finale della scorsa stagione. Lui ha sempre fatto la punta esterna/trequartista. Avvicinarlo alla porta potrebbe permettergli di fare meglio l’attaccante, ma non la prima punta.. Vogliamo portarlo vicino alla porta con meno fatica. E’ forte di destro, sinistro di testa; ha sempre fatto una decina di gol

PRIMA PUNTA: ci serve un giocatore motivato noi dobbiamo trovare l’uomo giusto alle nostre condizioni. Chi arriverà non avrà il posto assicurato

DAREMO L’ANIMA: significa sentire la maglia, avere appartenenza. L’anno scorso lo abbiamo fatto spesso, non sempre perché il calcio è così. Da altre parti preferiscono la palla, taca la bala, noi dobbiamo combattere contro gli avversari. Abbiamo dieci dodici squadre tecnicamente migliori di noi, dobbiamo giocare di intensità a livello ottimale. Dobbiamo dare l’anima con intelligenza

FELIPE: alla fine della stagione scorsa Felipe aveva firmato. E’ stata una cosa abbastanza improvvisa credo che la pluriennalità del’offerta della SPAL abbia avuto la meglio. E’ stata una cosa inaspettata ma tutte le parti hanno ottenuto quello che volevano. Un giocatore non fa mai la squadra, ringraziamo Felipe per tutto quello che ha fatto e gli auguro ogni bene ma dobbiamo guardare avanti

NUOVI ARRIVATI: posto in squadra sicuro non c’è per nessuno, tutti devono dimostrare con la fatica e con il sudore. Ci mancano dei tasselli come backup, ad esempio al posto di Widmer, di De Paul e una punta. La società lo sa

OBIETTIVI: partiamo con l’obiettivo della salvezza da raggiungere al più presto per guardare avanti. Giochiamo tutte le partite senza timore

LEADER: Danilo, Widmer, Thereau Zapata, Hallfredsson sono quelli che guidano la squadra in campo. Da loro ho ottenuto grande disponibilità. Devono far cresce i nuovi e i giovani non solo dal punto di vista tecnico ma anche per fargli capire che bisogna lavorare e faticare. Chi arriva qui deve capire dove è arrivato

WIDMER: lui adesso è qui e quindi deve giocare ed allenarsi come tutti. Al momento ci manca un’alternativa, se va via ce ne serviranno due.

TEMPO: fra un mese abbiamo la Coppa Italia, dobbiamo inserire nuovi giocatori, mentalizzare il gruppo. Sui nazionali spero arrivino al più presto. Il tempo è tiranno

SAMIR: Samir gioca esterno, ha imparato a spingere il suo futuro è lì. Se ci saranno assenze potrebbe giocare centrale ma parte come esterno sinistro. Pezzella deve imparare. Come centrali ne stiamo provando nuovi: fra cui Bochniewcz e  poi abbiamo Wague e Angella

facebook
1.270