PopSockets

Udinese: dopo Salonicco nuova carica per Bologna

udinese bologna-21

24 Febbraio 2012 – Novanta minuti per risorgere. La vittoria bella e convincente conquistata sul difficile campo del Toumba di Salonicco ha ridato slancio all’Udinese di Francesco Guidolin. Uno slancio che la porta agli ottavi di finale da affrontare contro un avversario abbordabile, l’Az Alkmaar, andata l’8 marzo in Olanda, ritorno il 15 al Friuli. Uno slancio che prima di tutto, però, i bianconeri cercheranno di sfruttare per riprendere la striscia positiva in campionato dopo un periodo di appannamento registrato nell’ultimo periodo, condizionato dalle assenze degli africani, da tanti infortuni e anche un po’ di sfortuna. L’Udinese cercherà di lasciarsi tutto alle spalle domenica nel posticipo serale sul difficile campo di un Bologna in ottima forma. Il tecnico friulano dovrà ancora fare i conti con qualche problema in formazione: tolti i lungodegenti Isla e Badu, restano ancora in forte dubbio Di Natale e Pinzi. Il primo, che ha riportato la frattura del dito del piede nella gara contro il Milan, ha ricominciato a calciare il pallone nella seduta di allenamento di oggi pomeriggio, in cui ha svolto un lavoro differenziato. Il recupero sembra vicino, anche se probabilmente domenica non sarà della partita, così come Pinzi che si è visto sui campi di sfogo ma che dovrebbe rimanere ancora in infermeria. Probabilmente sarà out anche Abdi, tornato acciaccato dalla trasferta greca, mentre Benatia, che ha avuto un leggero fastidio nella gara con il Paok, non dovrebbe essere in dubbio. Guidolin quasi certamente gli chiederà di stringere i denti e lo farà partire nel terzetto titolare di difesa, a protezione dell’imbattibilità della porta di Handanovic. In attacco l’Udinese trova un Floro Flores galvanizzato dal gol in coppa e da una partita finalmente cominciata con il piede giusto e in cui ha mostrato la grinta necessaria a occupare il posto da prima punta e a non far rimpiangere troppo l’assenza di un bomber di razza come Totò Di Natale

facebook

Lascia un commento

421